google assistente Fonte foto: Piotr Swat / Shutterstock.com
SMART EVOLUTION

Google Assistente diventa traduttore simultaneo: come funziona

Google Assistant consente ora di tradurre automaticamente ciò che le persone dicono, trasformandosi così in una sorta di traduttore simultaneo

Annunciato a gennaio 2019, è finalmente arrivata su quasi tutti i telefoni Android la nuova funzionalità di traduzione automatica delle lingue straniere. Naturalmente tramite Google Traduttore, ma direttamente all’interno di Assistant.

Dopo aver portato la traduzione all’interno di Google Maps, quindi, Big G fa il grande passo che tutti aspettavano da tempo: una funzionalità per poter parlare con gli stranieri, senza conoscere la loro lingua. Le nostre parole potranno essere tradotte e pronunciate dallo smartphone (o da altri dispositivi con Google Assistente integrato) in 44 lingue diverse e, contemporaneamente, le parole in una di queste 44 lingue saranno tradotte e pronunciate in italiano. La traduzione simultanea si basa sul cloud: è possibile scaricare i dizionari sul nostro smartphone, ma non è ancora possibile usare il traduttore simultaneo anche offline.

Come funziona il traduttore simultaneo di Google

Il funzionamento del traduttore simultaneo tramite Google Assistant è molto semplice e immediato. Basta pronunciare una frase come “Ok Google, attiva il traduttore” per iniziare. Se sul nostro smartphone non è ancora installata l’app Google Traduttore verremo avvertiti che è necessario installarla. Altrimenti tale app verrà lanciata in automatico. Nella nuova schermata di Google Traduttore c’è adesso una nuova icona: “Conversazione. Facendo tap su di essa è possibile iniziare a parlare nella propria lingua e, subito dopo, sentire uscire dallo speaker del cellulare la traduzione.

Traduttore automatico o manuale

Nella parte bassa dello schermo, invece, compaiono tre icone: prima lingua, a sinistra, seconda lingua, a destra, e “Automatico” in centro. Ciò vuol dire che possiamo scegliere se fare tap sulla lingua da tradurre, e quindi parlare uno per volta, oppure lasciare che Traduttore rilevi da solo chi sta parlando e in che lingua, per poi tradurre nell’altra. Questa funzionalità è molto comoda, ma funziona bene se i due interlocutori non si sovrappongono.

Google Traduttore sugli altri dispositivi smart

Questa nuova funzionalità è disponibile su tutti gli altoparlanti Google Home, alcuni altoparlanti con Google Assistente integrato e su tutti gli smart display. Naturalmente nei dispositivi senza uno schermo touch la traduzione avverrà solo in modalità automatica e non potremo scegliere di parlare a turno.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963