Libero
DIGITAL LIFE

IT-Alert, oggi test i tre Regioni: coinvolti 8,5 milioni di italiani

Sono circa 8,5 milioni gli italiani coinvolti nel test del 12 settembre per verificare il funzionamento del sistema di allarme nazionale IT-Alert, basato sulla tecnologia cell broadcasting

Riprendono oggi, 12 settembre 2023 alle ore 12:00, i test del nuovo sistema nazionale di allerta per le catastrofi che la Protezione Civile sta mettendo in piedi. Si tratta dell’ormai noto IT-Alert, un sistema basato sulla tecnologia “cell broadcasting” che potrebbe salvare la vita a migliaia di persone in caso di effettivo pericolo.

Come funziona IT-Alert

IT-Alert è un sistema che permette alla Protezione Civile di mandare messaggi SMS a tutti i telefoni cellulari accesi e connessi ad una rete telefonica, in una determinata area geografica.

Il termine “cell broadcasting“, infatti, indica la possibilità di trasmettere un contenuto a tutti i dispositivi connessi a specifiche celle telefoniche, quindi fisicamente presenti in un perimetro scelto da chi invia un messaggio.

Fino a dove arriva il segnale delle celle selezionate per l’invio, quindi, arriva anche il messaggio di IT-Alert. E’ facile capire, però, che nelle zone di confine tra una cella e l’altra potrebbero esserci delle sbavature. Ma si tratterà di eccezioni, non della regola.

IT-Alert: il test del 12 settembre

Oggi la Protezione Civile farà un test di IT-Alert alle 12:00 circa, inviando un messaggio a tutte le celle telefoniche presenti in tre Regioni d’Italia: Campania, Marche e Friuli Venezia Giulia.

Si tratta, nel complesso, di circa 8,5 milioni di abitanti e, più o meno, della stessa quantità di smartphone accesi che riceveranno il messaggio.

Il messaggio, che sarà accompagnato da un suono di notifica sordo e molto diverso da quello standard, sarà uguale per tutti.

Spiegherà che si tratta di un test e inviterà il cittadino a compilare un questionario dal quale la Protezione Civile potrà capire se il test è andato a buon fine oppure no. L’SMS recita:

IT-Alert – Questo è un MESSAGGIO DI TEST del sistema di allarme pubblico italiano. Una volta operativo ti avviserà in caso di grave emergenza. Per informazioni vai sul sito www.it-alert.it e compila il questionario.

Perché è importante compilare il questionario

Il messaggio inviato dal sistema IT-Alert invita a fare tap su un link, che porta ad un questionario realizzato con tecnologia Microsoft Form. Compilare il questionario è importante, perché permette alla Protezione Civile di acquisire più dati sul test.

Il questionario è completamente anonimo e non prevede alcuna domanda dalla quale possano essere nemmeno intuiti dati personali di chi lo compila. C’è, tuttavia, il rischio che il sistema IT-Alert venga “impersonificato” da qualche truffatore al fine di inviare link pericolosi agli utenti.

Vi invitiamo, pertanto, a compilare il questionario della Protezione Civile ma anche a leggere la nostra guida antitruffa per IT-Alert.

IT-Alert: i prossimi test

Quello di oggi è il sesto test di IT-Alert e non sarà l’ultimo. Nei mesi scorsi sono stati inviati i messaggi SMS ai cittadini fisicamente presenti in Toscana, Sardegna, Sicilia, Calabria ed Emilia Romagna.

Dopo i test di oggi in Campania, Marche e Friuli Venezia Giulia se ne svolgeranno altri, secondo questo calendario:

  • 14/09 – Piemonte, Puglia, Umbria
  • 19/09 – Basilicata, Lombardia, Molise
  • 21/09 – Lazio, Valle d’Aosta, Veneto
  • 26/09 – Abruzzo, Provincia Autonoma di Trento
  • 27/09 – Liguria
  • 13/10 – Provincia Autonoma di Bolzano