virus smartphone Fonte foto: Shutterstock
ANDROID

L'app da cancellare immediatamente perché ruba i soldi

I ricercatori di Secure-D hanno scoperto che l'app Snaptube autorizza la sottoscrizione di servizi a pagamento rubando i soldi agli utenti. Come difendersi

19 Ottobre 2019 - Secure-D ha scoperto un’altra, l’ennesima, app truffaldina presente sul Play Store di Google. Si chiama Snaptube, serve a fare il download dei video da YouTube e altre piattaforme, ma può creare ingenti danni economici a chi la usa.

La società di sicurezza specializzata in software antifrode, infatti, nei soli ultimi sei mesi ha bloccato oltre 70 milioni di transazioni sospette. Se non fossero state bloccate, queste transazioni avrebbero portato all’acquisto inconsapevole di servizi a pagamento per un costo complessivo di 91 milioni di dollari. Ulteriore danno, non quantificabile, è stato arrecato anche alle piattaforme pubblicitarie perché Snaptube contiene al suo interno anche un adware che genera click automatici su banner pubblicitari. La maggior parte delle attività sospette provenivano da Egitto, Brasile, Sri Lanka, Sud Africa e Malesia.

Come fa Snaptube a rubarci i soldi

I ricercatori di Secure-D si sono allarmati quando hanno visto tutte queste transazioni sospette. Hanno subito notato che provenivano dall’app Snaptube e, così, hanno provato a replicare questo comportamento su due device Android: un Samsung J1 (edizione 2016) e un Huawei P10 Lite. I ricercatori hanno notato che venivano inviati messaggi SMS di verifica a entrambi i device, tramite i quali veniva veicolata la truffa consistente nella sottoscrizione di servizi a pagamento senza alcun intervento da parte dell’utente. Altro comportamento anomalo di quest’app è il caricamento di annunci pubblicitari invisibili, sui quali vengono generati click automatici per truffare anche i network pubblicitari.

Come difendersi da Snaptube

Le app mobili truffaldine e le frodi pubblicitarie su dispositivi mobili continuano a rappresentare un problema crescente per tutti. Per evitare di cadere vittima di acquisti indesiderati o perdere credito prepagato, gli utenti (in particolare gli utenti Android) dovrebbero controllare spesso i loro telefoni per vedere se sono installate app sospette. In tal caso, tali app vanno disinstallate immediatamente e va controllato il proprio credito. App del genere si trovano più frequentemente su app store di terze parti, che effettuano controlli meno rigidi prima di pubblicarle, ma ormai è chiaro che neanche il Google Play Store è garanzia assoluta di sicurezza. L’unica garanzia, a questo punto, resta la prudenza: averne tanta, prima di installare qualsiasi app, è fondamentale. Controllare le recensioni, scartando quelle estremamente positive che potrebbero essere false, è un buon modo per farsi una idea sull’affidabilità dell’app prima di scaricarla sul proprio smartphone. Infine, installate un antivirus Android, ce ne sono di ottimi anche gratuiti disponibili sul Google Play Store.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963