Libero
HOW TO

Le 4 cattive abitudini che rovinano le batterie dello smartphone

I consigli per far durare a lungo le batterie dello smartphone riguardano semplici abitudini di buon senso, come usare cavi di ricarica originali.

Anche le batterie degli smartphone inevitabilmente invecchiano. Possiamo però prendercene cura e rallentare l’usura prestando attenzione almeno a quattro comportamenti che possono causare danni precoci e irreversibili e che, quindi, vanno assolutamente evitati. Le batterie degli smartphone oggi non sono più removibili come qualche anno fa e dunque se smettono di funzionare a dovere ci costringono alla sostituzione che può rivelarsi costosa.

Le nuove batterie perciò sono strutturate per essere resistenti ma questo non significa che siano indistruttibili. Le batterie dei telefoni più recenti sono ottimizzate per la ricarica veloce e con la ricarica adattiva. Questa funzione è stata introdotta da Android 10 ed è utilissima per salvaguardare la salute della batteria. In pratica il sistema operativo gestisce la ricarica notturna in base all’orario della sveglia: se il telefono dovrà stare in carica per 8 ore è inutile ricaricarlo alla massima potenza per una o due ore e poi lasciare la ricarica accesa per le restanti sei ore, ad aggiungere quel poco di carica che serve per svegliarci al 100%. Meglio, al contrario, ricaricare in modo più lento fino al 90%, staccare la ricarica per il resto della notte e riattivarla poche decine di minuti prima del suono della sveglia. Noi ci sveglieremo, in entrambi i casi, con cellulare carico ma per la batteria farà una enorme differenza.

I quattro errori che rovinano le batterie

Il primo errore che rovina le batterie consiste nell’utilizzare cavi o accessori di ricarica non originali. O, peggio ancora, cavi difettosi. Di solito se il cavo non è originale o compatibile rischiamo di far surriscaldare troppo la batteria. Meglio scegliere accessori ufficiali o compatibili certificati. Gli utenti iPhone possono affidarsi all’etichetta “Made for iPhone“. Il consiglio vale anche per i caricabatterie wireless.

Il secondo errore che rovina le batterie è scaricarle completamente, fino allo 0%. Meglio ricaricare il telefono quando la batteria è tra il 20% e l’80% e evitare che si carichi completamente, questo per migliorare le sue performance.

Il terzo errore che rovina le batterie è tenerle collegate al caricatore anche a ricarica ultimata. Da questo punto di vista, per fortuna, la ricarica adattiva ci mette una pezza.

Il quarto errore che non solo rovina la batteria, ma la rende addirittura pericolosa, è tenerla vicina ad una fonte di calore. Il calore eccessivo, infatti, riduce la vita della batteria e, in casi estremi, può addirittura farla esplodere. Quindi non lasciamo lo smartphone sul cruscotto dell’auto sotto il calore del sole e neanche sul telo in spiaggia esposto ai raggi solari.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963