Libero
MediaTek Fonte foto: MediaTek
SMART EVOLUTION

MediaTek Dimensity 2000 sarà un chip top di gamma a basso consumo

Il progetto Dimensity 2000 di MediaTek va avanti, e dalla Cina arrivano notizie strepitose: il chip sarà super potente e altrettanto attento ai consumi

Grande potenza e consumi irrisori. È l’obiettivo principale inseguito dalle aziende che producono componenti elettronici, chip nello specifico, ed è anche il sogno di tutti gli appassionati. E se centrare l’obiettivo di un chip potentissimo e allo stesso tempo super risparmioso è impossibile, andarci vicino invece è possibile.

Ci sarebbero riusciti i progettisti taiwanesi di MediaTek, che nei mesi scorsi hanno lavorato al progetto di un chip ad altissime prestazioni che potesse sfidare alla pari i prodotti più blasonati di Qualcomm e Samsung, che rispettivamente puntano da anni su Snapdragon ed Exynos con ottimi risultati. Che MediaTek ci provi è legittimo (ha le competenze per realizzare prodotti di grande qualità) ed è pure auspicabile da parte degli appassionati, che grazie alla competizione potrebbero disporre di prodotti migliori, magari pure a prezzi inferiori. MediaTek ha tutta l’intenzione di sfidare i “migliori" con il Dimensity 2000, e le premesse affinché ne esca vittoriosa ci sono tutte.

MediaTek Dimensity 2000, il chip top a basso consumo

Ne sono convinti in Cina, dove alcune fonti sostengono che il Dimensity 2000 di MediaTek sarà persino più potente dello Snapdragon 898 di Qualcomm, lo stesso “big" che da anni con i chip della famiglia Snapdragon domina il segmento di punta con il solo “fastidio" di Samsung e, fino a qualche tempo fa, di Huawei.

Eppure MediaTek dopo qualche anno di attività a regime ridotto è tornata più in forma che mai, ed è pronta a sopravanzare Qualcomm non solo in termini di vendite – lo ha già fatto – ma anche di prestazioni pure. Secondo alcune fonti infatti, il Dimensity 2000 di MediaTek sarà più rapido di un buon 20-25% dello Snapdragon 898 di Qualcomm. E non solo, perché consumerà pure “molto meno", riferiscono i bene informati.

Tirando le somme, secondo chi conosce come prosegue lo sviluppo dei due concorrenti, il MediaTek Dimensity 2000 sarà apprezzabilmente più adatto della controparte americana ad assumersi carichi di lavoro importanti – tipicamente l’elaborazione video o giochi pesanti – a fronte di consumi mediamente inferiori.

Qualcomm potrebbe perdere clienti

Se le cose stessero davvero così, allora non è difficile immaginare che diverse aziende che finora si sono rivolte a Qualcomm potrebbero prendere la palla al balzo e rivolgersi a MediaTek per i nuovi prodotti, certificando una volta di più l’incredibile crescita dell’azienda di Taiwan in un periodo di tempo tutto sommato breve.

Per conseguire risultati tanto notevoli, MediaTek avrebbe adottato l’architettura ARM v9 con un core X2 molto potente, e la CPU (cioè l’unità di calcolo) avrà una frequenza massima almeno pari a quella di Snapdragon 898, se non superiore. Parte del merito arriverà dalla GPU (l’unità di elaborazione grafica), il cui livello viene descritto superiore a quello dell’attuale Snapdragon 888 e più attento ai consumi di energia.

Di queste caratteristiche si parla ormai da mesi, e nonostante passi il tempo e le fonti cambino, il Dimensity 2000 viene descritto sempre alla stessa maniera, il che è un altro elemento che in attesa di vedere il nuovo chip taiwanese gioca a favore di prestazioni e consumi di riferimento per il settore.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963