Libero
SCIENZA

Misteriosi fili cosmici apparsi in cielo: sembrano segnalare un percorso

Un team di scienziati ha individuato dei filamenti luminosi unidimensionali nel cosmo e ha cercato di capire cosa indicano: sembra che puntino dritti verso il centro della Via Lattea

Abbiamo parlato spesso degli straordinari effetti di luce presenti nel cosmo: ammassi stellari, nubi gassose, lampi di luce e globi di plasma punteggiano l’Universo, riuscendo a ricreare degli effetti che a prima vista sembrano quasi artificiali. Nelle ultime settimane, però, alcuni particolari “giochi luminosi” hanno attirato l’attenzione degli scienziati per la loro particolarità.

Sì, perché un team di studiosi si è ritrovato a osservare degli strani filamenti luminosi colorati, che nel complesso sembravano quasi dei fuochi pirotecnici. E, naturalmente, il fenomeno è stato subito oggetto di approfondimenti e analisi che ci hanno svelato di più su ciò che accade nello spazio.

L’avvistamento degli strani fili cosmici

Nelle notti di maggio 2023, gli scienziati che usano e studiano i dati del radiotelescopio MeerKAT nel Northern Cape del Sud Africa erano al lavoro sulla porzione di cielo che è stata comunemente definita come Centro Galattico. Il Centro Galattico altro non è che il centro rotazionale della Via Lattea: un cuore misterioso, che per via delle fredde polveri interstellari sulla linea di vista può essere analizzato solo per mezzo dell’osservazione a raggi gamma, a raggi X a forte frequenza, infrarossi e onde radio.

Il radiotelescopio Meerkat è, da questo punto di vista, il più sensibile al mondo ed è per questo che viene spesso impiegato per cercare di intuire qualcosa di più su quello che, nonostante tutti i progressi, resta ancora un angolo d’Universo profondamente enigmatico. Tuttavia, come ha dichiarato Farhad Yusef-Zadeh, astronomo e autore principale della nuova scoperta, «non ci si aspettava di assistere a un tale spettacolo: dei veri e propri lineamenti di plasma che sembravano indicare qualcosa».

Giochi di luce verso il buco nero

Il team di Yusef-Zadeh si è trovato davanti a un’immagine particolare, elaborata da Merkaat: centinaia di tracce di luce si affollavano intorno al centro galattico. Ognuno degli strani filamenti luminosi si estendeva per lunghezze corrispondenti a 5-10 anni luce e, nel complesso, sembrava di vedere una serie di raggi frammentati facenti parte di un’enorme ruota andata in qualche modo in frantumi.

I fili orizzontali più corti sono stati messi a fuoco dopo una serie di analisi approfondite e dopo la rimozione di tutte le possibili fonti di disturbo. Ciò ha richiesto un lavoro difficoltoso e quasi impossibile, perché il Centro Galattico è noto per essere incredibilmente affollato e caotico. Tuttavia, i risultati ottenuti sono stati più che esplicativi, perché sì, i fili di plasma indicavano qualcosa: il buco nero al centro della Via Lattea.

Cosa sono i filamenti di luce?

Secondo Yusef-Zadeh, non è ancora noto cosa siano a tutti gli effetti i filamenti di luce ed è proprio in questa direzione che si muoveranno i nuovi studi e approfondimenti del team. Ciononostante, la squadra di ricercatori è unanime nel dire che è possibile interpretarli come dei “messaggeri“, in grado di restituire agli osservatori delle nuove conoscenze sul buco nero che si trova al centro della nostra galassia.

Se è vero, infatti, che ciò che ha prodotto i filamenti non è ancora chiaro, è invece chiaro che ognuno di loro possiede forti campi magnetici ed emette onde radio chiaramente identificabili. Ciò porta a ipotizzare che queste particolari scie potrebbero essere la conseguenza di un’esplosione di materiale proveniente dal buco nero, che potrebbe aver travolto le stelle vicine creando strisce di plasma incandescente.

Di sicuro, gli studi non finiscono qui e secondo Yusef-Zadeh e il suo team lo studio dei fili cosmici permetterà di capire molto più anche su due argomenti caldissimi e misteriosi: le modalità di rotazione del buco nero centrale e le caratteristiche del disco di accrescimento che gli gira intorno.11