Il mistero della marcia più lunga di sempre mai osservata tra gli elefanti Fonte foto: 123RF
SCIENZA

Il mistero della marcia più lunga di sempre mai osservata tra gli elefanti

In Cina 15 elefanti si sono messi viaggio. Nel frattempo sono diventati delle star sui social, ma la marcia non è finita. Per gli scienziati è un mistero.

La scena deve essere stata surreale nonostante sia avvenuta in una località più esotica rispetto all’Italia: 15 elefanti camminano davanti a una concessionaria di auto chiusa e ad alcuni residenti allibiti.

La loro marcia è iniziata più di un anno fa, in Cina, dalla Riserva Naturale Nazionale di Xishuangbanna, ed è andata avanti per 300 miglia attraverso macchie di foresta e villaggi. Nella serata di mercoledì, i pachidermi si sono avvicinati a Kunming, una città di 8,5 milioni di abitanti.

Dove è diretta questa lunghissima passeggiata? E perché? I giganteschi animali stanno cercando forse cibo migliore? Oppure si sono persi? O si stanno semplicemente divertendo?

Cosa sappiamo della marcia degli elefanti cinesi

Si tratta del gruppo di elefanti più celebre sui social cinesi, ma anche forse del più dannoso: con la loro stazza e l’incessante movimento hanno provocato 1,1 milioni di dollari di danni. Quando smetteranno? Gli scienziati sono perplessi e devono trovare un equilibrio tra il pericolo rappresentato dai pachidermi e l’entusiasmo ecologico della popolazione: "Vogliamo preservare elefanti e tigri", dice Ahimsa Campos-Arceiz, ricercatrice presso il giardino botanico tropicale di Xishuangbanna, "ma non abbiamo 10.000 chilometri quadrati dove mettere questi elefanti e tigri e dire loro di non preoccuparsi". Il riferimento è naturalmente agli elefanti e alla loro fuoriuscita dal perimetro di sicurezza del giardino botanico.

Gli studiosi avvertono che è perfettamente normale per gli elefanti spostarsi in un range spaziale limitato alla ricerca di cibo. In questo caso, naturalmente, le cose sono andate diversamente ed è ormai piuttosto difficile che gli esemplari tornino lì dove sono partiti.

Perché i pachidermi hanno iniziato una passeggiata che non sembra avere fine

Di risposte davvero non ce ne sono. “Non ne ho idea", ha risposto il dottor Campos-Arceiz interrogato sulle ragioni della lunga marcia del branco. "Non bisogna fidarsi di chi offre una risposta molto chiara".

Quel che è certo è che i membri del "branco di elefanti diretti al Nord", così sono stati definiti sui social cinesi, sono delle star assolute. Gli utenti si divertono a registrare video ogni volta che si imbattono nei colossali esemplari. Il massimo dell’esaltazione lo si è raggiunto quando è diventato virale un video che riprende uno degli elefanti salvare un vitello caduto dalla grondaia.

Gli scienziati però sono preoccupati che lo status di vip possa incoraggiare gli umani ad avvicinarsi ai pachidermi con maggior confidenza. Il pericolo, avvertono le autorità, resta nonostante la fama su internet. E la speranza è quella di un "addomesticamento" degli animali sempre più consapevoli del modo di evitare il conflitto con l’uomo.

Tra gli animali che hanno sfidato le frontiere, anche i calamari. E tra quelli che hanno manifestato comportamenti sui generis, sicuramente ci sono i topi, anche se eterodiretti, in qualche modo.

Giuseppe Giordano

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963