Libero
the-witcher-blood-origin-prequel-netflix Fonte foto: Netflix / Twitter
TV PLAY

Natale con The Witcher

L’attesissimo prequel Blood Origin, ambientato più di mille anni prima della serie originale, esce su Netflix prima della fine dell’anno

Chi vuole trascorrere il Natale tra creature antiche, elfi, forze oscure e lotte sanguinarie? A renderlo possibile è l’imminente uscita di The Witcher: Blood Origin, il prequel di The Witcher, che sbarcherà su Netflix proprio al culmine delle festività natalizie. Ambientata in un mondo di elfi circa 1200 anni prima degli eventi raccontati nella serie originale, la storia narra – tra le altre cose – la creazione del primo prototipo di witcher e la cruciale congiunzione delle sfere, quando gli universi di mostri, uomini ed elfi si sono fusi.

La trama di The Witcher: Blood Origin

Creata da Declan de Barra e Lauren Schmidt Hissrich, la trama di The Witcher: Blood Origin ha per protagonisti alcuni esponenti del mondo degli elfi che, dopo essere stati emarginati per varie ragioni, uniscono le forze in una missione contro un impero onnipotente. Tra i personaggi principali ci sono Scian (interpretata da Michelle Yeoh), capa di una tribù di elfi guerrieri nobili che parte alla ricerca di una spada magica che è stata loro sottratta; Éile (Sophia Brown), ex guardia della regina che lascia tutto per diventare una musicista; e Fjall (Laurence O’Fuarain), guerriero in cerca di vendetta.

Blood Origini: cosa aspettarsi dal prequel

Il prequel è diretto da Sarah O’Gorman e Vickey Jewson, con Lauren Schmidt Hissrich (la showrunner della serie originale) come produttrice esecutiva. Anche l’autore dei libri che hanno ispirato la serie The Witcher, Andrzej Sapkowski, è parte del progetto come consulente creativo.

«È entusiasmante mostrare ai fan gli elfi sotto una luce diversa», ha dichiarato di recente il creatore Declan De Barra. «Una delle cose più affascinanti nei libri di Sapkowski era proprio capire come è nata una delle specie più forti del continente e come arriva poi al punto in cui siamo nella serie principale».

«Potrei elencare un milione di cose di questo prequel di The Witcher di cui sono entusiasta, cose che porteranno alla serie principale. Ma non voglio rivelare troppo, perché ho guardato la serie molte volte e penso che sia incredibile», ha commentato invece Lauren Hissrich. La showrunner della serie originale ha poi lodato le qualità di Declan come musicista, che i fan hanno già avuto modo di apprezzare nelle prime due stagioni di The Witcher (disponibili su Netflix). «Il fatto che siamo riusciti ad avere canzoni così belle che, credo, rimarranno nella testa delle persone, è emozionante. Sono brani così strazianti…», ha aggiunto.

Quando esce The Witcher: Blood Origin

La miniserie The Witcher: Blood Origin è divisa in quattro parti e uscirà il 25 dicembre 2022 su Netflix. La terza stagione della serie originale The Witcher, invece, arriverà su Netflix nell’estate del 2023. Sarà l’ultima volta in cui Henry Cavill vestirà i panni del protagonista Geralt di Rivia, dato che dalla quarta stagione in poi il ruolo passerà a Liam Hemsworth.

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963