Libero
valeria golino Fonte foto: Denis Makarenko / Shutterstock
TV PLAY

Novità: L'arte della gioia diventa una serie

Le riprese inizieranno entro la fine del 2022 in Sicilia. Il titolo uscirà prossimamente su Sky e in streaming su NOW

Goliarda Sapienza, nata nel 1924 a Catania, è una delle scrittrici più importanti del Novecento: la sua opera letteraria più celebre, L’arte della gioia, pubblicata interamente nel 1998 (due anni dopo la morte dell’autrice), diventerà una nuova serie tv Sky Original, in arrivo prossimamente.

La storia del romanzo è particolare: la sua stesura fu terminata già nel 1976, ma l’autrice non riuscì mai a vederlo integralmente pubblicato mentre era in vita perché il testo fu più volte rifiutato dalle case editrici italiane (fu giudicato troppo sperimentale e dal contenuto immorale). La "riscoperta" del romanzo si deve in realtà al successo raggiunto all’estero, che riaccese così l’interesse anche in Italia. Oggi il libro è edito da Einaudi. La sua prima trasposizione per la tv, prodotta da Sky e HT Film, sarà diretta dall’attrice Valeria Golino (in foto), che è qui al debutto assoluto da regista.

Di cosa parla L’arte della gioia

Non è ancora possibile sapere se la serie tv sarà perfettamente aderente alla trama del romanzo (che in effetti è lungo e molto corposo) o se ci saranno degli adattamenti significativi, dei cambiamenti e delle omissioni. Comunque sia, in linea generale L’arte della gioia racconta la vita di Modesta dall’infanzia fino all’età adulta. Nel libro è proprio la sua voce a narrare le vicende in prima persona.

Nata nella Sicilia povera e rurale di inizio ‘900, Modesta vive una vita decisamente fuori dal comune ponendosi sempre in contrasto con le convenzioni e i limiti dell’epoca tipicamente imposti alle donne. Per via di alcune imprevedibili trame del destino, ma soprattutto mossa dal desiderio e dalla fortissima ambizione di migliorare le proprie condizioni, la giovane Modesta lascia abbastanza presto la misera casa materna passando prima da un convento e poi da una dimora nobiliare.

Spregiudicata, astuta e coraggiosa, Modesta nel corso della sua vita è spesso spinta dalla sessualità, dall’amore e dal desiderio, ma è anche animata da un insaziabile bisogno di conoscenza e di libertà che la porteranno più e più volte a scontrarsi contro le regole della società pur di vivere la propria esistenza nel modo che ritiene migliore.

Cosa sappiamo della serie L’arte della gioia

La serie è scritta da Valeria Golino (che, come accennato, è anche la regista) insieme a Francesca Marciano, Valia Santella, Luca Infascelli e Stefano Sardo. Le riprese, che inizieranno entro la fine del 2022, si svolgeranno prevalentemente in Sicilia, dove in effetti è ambientata la trama del romanzo.

In alcune località dell’isola è stata lanciata una call per reclutare le comparse della serie, che devono avere tra i 18 e gli 80 anni e un aspetto consono (o comunque che è possibile rendere consono) per l’epoca: niente meches, shatush, gel alle unghie, tatuaggi e sopracciglia ritoccate.

Non è chiaro chi farà parte del cast in veste di protagonista. Nemmeno la data di uscita è nota per il momento, ma la serie sarà certamente visibile in esclusiva su Sky e in streaming solo su NOW.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963