come pagare le multe online Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come pagare una multa online

In questo articolo ti diremo quali sono tutte le modalità disponibili per pagare le multe online e quali sono i tempi per evitare il pagamento della mora.

Sai come pagare una multa? Attualmente ci sono diverse modalità per farlo, anche stando comodamente seduto sul tuo divano di casa. Oggi è possibile pagare una multa anche online.

L’incubo più brutto per ogni automobilista? Ricevere una multa. Purtroppo l’unica cosa da fare è pagarla il prima possibile per evitare more e ripercussioni. Per legge si hanno massimo 60 giorni per pagarla. Per chi la paga immediatamente dopo averla ricevuta, ci sarà uno sconto.  Se si paga dopo la scadenza l’importo della somma aumenterà, tranne per quando avviene la confisca dell’auto o addirittura  una sospensione della patente.

Quanto tempo abbiamo per pagare una multa online?

È bene conoscere quali sono i tempi per pagare una multa, per riuscire ad evitare le more di pagamento. Se si riesce a pagare la somma della multa entro 5 giorni dalla sua emissione, verrà applicato uno sconto del 30% sull’intero importo. Se invece la multa verrà pagata dopo i 5 giorni, entro massimo i 60 disponibili per non incorrere nelle more, ci sarà una riduzione dell’intero importo da pagare. Se la multa viene pagata invece oltre i 60 giorni di tempo previsti, la legge prevede che la somma si raddoppi, a causa del ritardo del pagamento.

Le multe, oltre ad arrivare a casa, possiamo trovarle sul parabrezza della nostra auto. In questo caso i 5 giorni per avere una riduzione del 30% della somma da pagare verranno calcolati dal giorno in cui il verbale verrà notificato a casa e non dal giorno in cui avrai trovato l’avviso sulla tua auto. Sul verbale che riporta l’infrazione c’è una informativa, che illustra la possibilità di poter utilizzare questo sconto del 30%. Quando si è in possesso del verbale si può effettuare il pagamento con uno dei metodi che stiamo per spiegarti di seguito.

Come pagare una multa online

Se ricevi una multa potrai pagarla sia sui siti del comune, se la multa è stata fatta da un agente della Polizia Municipale, oppure sul sito delle Poste Italiane, se la multa è stata scritta dai Carabinieri o dalla Polizia. Un’altra opzione è pagarla tramite bonifico bancario online.

Pagare una multa dal sito del Comune

Già dal 2016 la maggior parte dei comuni italiani metteva a disposizione una piattaforma sul proprio sito, per riuscire a pagare le multe online, evitando così le noiose file che si creano sempre agli uffici postali. Se decidi di pagarla attraverso il sito del tuo comune di provenienza, troverai una piattaforma adatta per pagarla. Dovrai inserire nell’area riservata i dati che ti verranno richiesti che sono: la targa, il numero e la data del verbale ed, alcune volte, viene richiesta anche l’ora di emissione della multa.

Alla fine dovrai inserire i dati della carta con cui pagherai la multa. Dal sito del comune potrai tenere sotto controllo la pratica in ogni suo dettaglio, per esempio controllare il verbale della sanzione, conoscere quali articoli del codice della strada sono stati infranti, conoscere quali sono i limiti di velocità da rispettare, controllare eventuali foto scattate se si fosse entrati in aree ZTL o avere informazioni per pagare delle multe se si risiede all’estero.

Pagare una multa dal sito delle Poste Italiane

Per pagare una multa emessa dai Carabinieri o dalla Polizia, puoi accedere o al sito delle Poste oppure scaricare la sua applicazione. Dovrai creare un tuo account seguendo la procedura indicata. Riceverai un codice tramite un telegramma, che attiverà un nuovo indirizzo di posta elettronica creato dal sistema. Effettuata questa procedura di registrazione potrai finalmente accedere alla sezione per il pagamento dei bollettini sul sito delle Poste Italiane. C’è una sezione dedicata alle multe, con la differenziazione tra le multe emesse dai carabinieri e le multe emesse dalla Polizia di Stato. Per prima cosa dovrai compilare un modulo con tutti i dati personali che ti verranno richiesti, anche i dati del tuo veicolo e del verbale. Nel dettaglio, andranno inseriti i seguenti dati:

  • nome e cognome del trasgressore;
  • l’indirizzo;
  • il codice di avviamento postale (cap);
  • la città dove si è presa la multa;
  • la provincia in cui appartiene la città;
  • il numero del verbale;
  • la targa dell’auto che è stata multata;
  • il giorno del verbale;
  • il codice dell’obbligazione: una serie di 16 numeri, che di solito è segnato nell’ultima riga sul verbale e sul bollettino.

Dopo aver finito di compilare il modulo potrai scegliere il metodo di pagamento più adatto alle tue esigenze, tra carte di credito sotto il circuito Visa e Mastercard, oppure PostePay o potrai decidere di pagare con il conto BancoPostaonline. Se il procedimento è stato svolto correttamente, si riceverà un avviso di avvenuto pagamento al proprio indirizzo di posta elettronica associato all’account di Poste Italiane. L’utilizzo sempre maggiore di dispositivi tecnologici, che permettono di effettuare pagamenti di multe online, è sicuramente un vantaggio, da una parte per riuscire ad approfittare della riduzione dell’importo della multa, dall’altra per la comodità di poter effettuare il pagamento in ogni momento della tua giornata, da casa tua senza nessuna perdita di tempo.

Pagare una multa online attraverso la banca

Se vorrai pagare una multa attraverso la banca, potrai farlo in modo semplice e veloce. Dovrai accendere all’home banking attraverso il tuo codice cliente e la password e poi scegliere la voce che più ti interessa per riuscire a pagare la sanzione con il metodo che ti fa più comodo. Ricordati però che non sempre la data di valuta corrisponde a quella in cui viene effettuata l’operazione dalla banca.

Pagare una multa presso le tabaccherie

La tecnologia avanza, ma se non si è abili con i dispositivi mobili, le multe possono essere pagate anche nelle ricevitorie che sono convenzionate, in Italia ce ne sono circa cinquantamila. Sarà facile trovare la ricevitoria più vicina a voi. La procedura è la seguente: il gestore della ricevitoria legge il codice a barre sul bollettino con cui si effettua il pagamento, oppure digita sul tastierino i dati che sono scritti sul verbale. La cifra della multa dovrà essere pagata in contanti, oppure pagate con carte prepagate Lottomatica.

L’importo massimo della multa da pagare non può superare i 1500 euro. A fine della procedura a chi paga, verrà rilasciata una ricevuta che non potrà essere falsificata, perché sarà rilasciata in carta filigranata antifalsificazione. Ti consigliamo di conservarla almeno per cinque anni dall’avvenuto pagamento. Come corrispettivo aggiuntivo sarà necessario pagare una commissione di 2 euro.

Anche per chi vuole pagare le multe presso le ricevitorie Sisal, il metodo utilizzato è lo stesso. Le ricevitorie Sisal espongono esternamente un logo, che permette di individuarle più facilmente. Il comune poi riceverà la somma dell’importo della multa sul suo conto corrente bancario, che viene indicato sempre sul bollettino e che si può controllare in modo telematico, come tutte le altre transazioni avvenute dal giorno successivo al pagamento.

Pagare le multe presso la Polizia Municipale

Se la multa è stata emessa dalla Polizia Stradale o dalla Municipale, potrai andare a pagarla presso l’ufficio del Comune dove si risiede, oppure presso la sezione provinciale della Polstrada. Si potrà pagare la multa solo con i soldi in contanti, perché potrebbe capitare che nei piccoli comuni o presso la Polizia Stradale non sia disponibile effettuare il pagamento tramite il POS.

Tutte le infrazioni dei cittadini, purtroppo non sono segnate su alcun registro, che si potrebbe invece andare a consultare nel caso in cui si pensi di aver fatto una qualsiasi infrazione. Anche chiedere alle forze dell’ordine è inutile, perché potrebbero ancora non essere stati incrociati i dati della persona, con i dati dell’autoveicolo. L’unica soluzione, se si pensa di aver fatto una infrazione, è aspettare che arrivi a casa la raccomandata.

Anche se le forze dell’ordine fossero a conoscenza di una vostra infrazione, con conseguente sanzione da corrispondere, si dovrà sempre aspettare l’arrivo a casa della multa per poterla pagare. L’articolo 201 del Codice della Strada dice che: "L’obbligo di pagare la somma dovuta per la violazione, a titolo di sanzione amministrativa pecuniaria, si estingue nei confronti del soggetto a cui la notificazione non sia stata effettuata nel termine prescritto". Infatti se una multa vi arriva a casa oltre il termine previsto dei 90 giorni non siete più obbligati a pagare. Lo sapevate?

Se invece vogliamo sapere se ci sono già multe a nostro carico, di cui magari non ne siamo a conoscenza o, per esempio se ci siamo dimenticati di pagare o, purtroppo abbiamo perso il verbale, in questi casi si può consultare una cartella esattoriale emessa dall’Agente della Riscossione, messa a disposizione su internet. In questo caso potrai collegarti al sito dell’Agenzia delle Entrate per leggere tutte le multe a tuo carico ancora da saldare. Sarà indicato il numero della cartella e della data di notifica. Il sito mette a disposizione anche la possibilità di pagare la multa, evitando di far peggiorare la situazione ed aggiungere, al prezzo della multa, anche la mora per il ritardo del pagamento.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963