Libero
Quali sono i principali assistenti vocali Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Quali sono i principali assistenti vocali: confronto e differenze

Sono numerosi gli assistenti vocali da utilizzare per rendere smart la tua casa: scopri quali sono i principali

Gli assistenti vocali, conosciuti anche come smart speaker, sono degli altoparlanti intelligenti che presentano numerose funzionalità, in grado di rendere più smart la casa. Questi prodotti oggi sono disponibili di diversi brand e modelli, recepiscono svariati comandi vocali e possono rispondere a domande e richieste di molti tipi diversi.

Grazie a un assistente vocale puoi comandare in modo smart i dispositivi di casa che hanno una connessione Wi-Fi. Alcuni esempi possono essere: la lavatrice, la lavastoviglie, l’asciugatrice, la televisione, l’impianto audio, le luci LED e le macchine del caffè. Per poter comandare questi prodotti è necessaria la predisposizione tramite Wi-Fi e l’accesso a internet, per questa ragione una casa smart dovrebbe avere la fibra o almeno la rete veloce.

La differenza tra gli assistenti vocali e un semplice motore di ricerca è facile da capire: mentre in quest’ultimo caso una domanda viene scritta in una barra di ricerca, con gli smart speaker puoi comandare utilizzando la voce. Questi dispositivi sono in grado di recepire le domande e rispondere rapidamente in pochi secondi.

Acquistare un assistente vocale per casa può non essere facile, in quanto ne esistono di molti marchi e modelli sul mercato. Per questo motivo è utile analizzare le differenze dei singoli prodotti, così come confrontare le loro funzionalità.

Assistenti vocali casa: a cosa servono nella smart home

L’assistente vocale per casa può essere un valido strumento per digitalizzare ancora di più l’immobile e semplificare la vita di tutti i giorni.

Grazie all’utilizzo di algoritmi specifici, questi dispositivi sono in grado di memorizzare le preferenze di chi li utilizza e rispondere alle esigenze che si ripetono nel tempo, attraverso le continue ricerche o altre variabili, come il tempo di attenzione.

Nella casa intelligente e connessa, l’assistente vocale è un device immancabile, che aiuta nella gestione di tante attività quotidiane. Tra queste ci sono:

  • l’accensione e lo spegnimento delle luci;
  • la regolazione della temperatura della casa e dei termostati;
  • la gestione di sveglie, timer e riproduzione della musica o contenuti multimediali;
  • l’avvio di elettrodomestici smart come la lavatrice, la macchina del caffè e la lavastoviglie.

Assistente vocale casa: come funziona

Come funziona un assistente vocale è piuttosto semplice. Attraverso degli algoritmi, gli smart speaker memorizzano le informazioni sulle ricerche passate e sulle esigenze dell’utente. Grazie a questo primo aspetto la personalizzazione degli assistenti vocali è massima, ad esempio si può abbinare ad un comando una specifica richiesta di informazioni. Alla parola “Buongiorno" si può ottenere di risposta una panoramica delle previsioni meteo e delle news del telegiornale più recente.

Gli assistenti vocali sono altoparlanti intelligenti, che riescono a recepire un comando vocale e a dare una risposta quasi immediata, grazie a dei sistemi di riconoscimento. Con questo sistema non si richiede altro che avviare una ricerca su un browser. Difatti il funzionamento dello smart speaker si basa su:

  • una ricerca sul web di curiosità in tempo reale, come ricette, traffico, meteo e news;
  • la gestione dei dispositivi connessi, come le app dello smartphone, ad esempio il calendario, lo streaming musicale, le sveglie e i timer;
  • la riproduzione di contenuti multimediali audio;
  • l’avvio degli elettrodomestici o lo spegnimento delle luci anche da remoto o in un’altra stanza.

Assistenti vocali più famosi: Alexa

Alexa è l’assistente vocale intelligente di Amazon. Il colosso statunitense ha pensato a un dispositivo compatto, performante e in grado di rispondere ai comandi pronunciando il suo nome, appunto “Alexa".

Grazie all’app di Alexa, disponibile sia per iOS che per Android, ci si può registrare creando un account e gestire le proprie preferenze comodamente dall’applicazione dello smartphone.

Ad esempio si possono individuare i dispositivi connessi all’assistente vocale per casa, ma anche associare i comandi alle parole. Per procedere alla richiesta è sufficiente chiamare Alexa e porre la domanda.

Grazie ad Amazon Alexa si possono inviare sms o messaggi vocali senza digitare, inoltrando ad altri utenti dell’app ciò le comunicazioni desiderate. Si possono avviare persino chiamate tra diversi dispositivi e contatti Alexa, ma non si può inoltrare un allegato, ad esempio di tipo fotografico.

La gestione dei dispositivi con l’assistente vocale di Alexa è facile e si può procedere con l’altoparlante Amazon Echo, oppure tramite l’app o la pennetta Fire TV Stick (che rende una comune TV una televisione smart).

Assistente vocale per casa: Google Assistant

Un altro assistente vocale molto conosciuto è Google Assistant. Questo servizio può essere utilizzato attraverso diversi dispositivi e smart speaker, alcuni tra questi sono Google Nest e Google Home. I due sono prodotti entrambi da Google e sono dispositivi diversi per design, qualità del suono e caratteristiche. Nello specifico:

  • Google Nest ha Airplay, per il collegamento degli assistenti vocali con schermi esterni o altoparlanti, mentre Google Home no;
  • Google Home non è in grado di distinguere le singole voci del nucleo familiare, mentre Google Nest sì;
  • Google Home ha un Chromecast integrato, mentre la Google Nest no;
  • Rispetto alla Google Nest, la Google Home viene considerata migliore come qualità del suono, grazie agli altoparlanti stereo integrati.

Infine entrambi i dispositivi hanno la funzione muto, supportano l’accoppiamento con gli stereo e sono compatibili con Google Assistant. Anche per quest’ultimo assistente vocale le funzionalità sono moltissime e in grado di rendere già smart la casa. Ad esempio questo sistema è in grado di riconoscere 13 lingue e di impostare una seconda lingua con cui poter rispondere in automatico.

Per procedere a presentare una domanda o fare una richiesta alla Google Home o Nest è sufficiente dire “Ok, Google" oppure “Ehi, Google". In questo modo puoi chiedere:

  • informazioni sul meteo, sulle novità del giorno o sulle ricette
  • produrre musica o contenuti multimediali
  • porre domande
  • avviare i dispositivi smart di casa
  • accendere o spegnere le luci intelligenti delle stanze

Come scegliere tra Alexa e Google Assistant?

Non è facile scegliere tra Alexa e Google Assistant. Entrambi gli assistenti vocali hanno punti di forza e di debolezza, che possono essere valutati e confrontati con le proprie esigenze.

  • Ad esempio un grande vantaggio di Alexa è la possibilità di usufruire di app esclusive, dedicate solo allo specifico dispositivo e che non sarebbero utilizzabili con Google Assistant. Queste applicazioni, conosciute come Skill, sono circa 80.000 in aggiornamento ogni giorno e un esempio è la possibilità di chiamare un Uber.
  • Invece un punto di forza di Google Assistant è la conoscenza approfondita dell’utente, grazie alle tante app di Google che aiutano a personalizzare l’esperienza. Infatti sullo smartphone, sul pc e sul tablet possono essere utilizzate tante applicazioni di Google, come Maps o Chrome, che registrano le preferenze dell’utente. Quindi con Google Assistant l’esperienza di un assistente vocale è personalizzata sulle proprie esigenze.
  • Anche Alexa consente la personalizzazione, ma è incentrata sui comandi. Ad esempio si può impostare il comando che alle parole “Buonanotte Alexa" vengono spente le luci di casa, la televisione e viene avviata una playlist rilassante per 30 minuti.
  • Infine mentre Alexa consente un’esperienza vocale migliore, con una voce profonda e meno robotica, Google Assistant è più colloquiale e in grado di capire facilmente una richiesta tramite il comando vocale.

Che differenze ci sono tra Amazon Echo o Google Home?

Amazon Echo e Google Home sono assistenti vocali che hanno fasce di prezzo molto simili. Amazon Echo ha un costo che va da 29,99 euro fino a 229,99 euro, mentre Google Home va da 59 euro fino a 129 euro.

  • chi utilizza le app Google o è fan del mondo Google, ad esempio per la chromecast o il motore di ricerca Chrome
  • coloro che vogliono usare l’assistente vocale per richiedere informazioni dedicate a tutti i giorni, come il traffico, il meteo e le news del momento le persone che non vogliono rinunciare a una conversazione più fluida con il dispositivo

I punti di forza tra i due dispositivi sono differenti e si possono adattare alle tante necessità dell’utente. Google Home risulta particolarmente vantaggioso per:

Allo stesso tempo anche Amazon Echo ha diversi punti di forza in grado di soddisfare gli utenti. Tra questi ci sono:

  • la possibilità di controllare tramite la voce molte attività della vita di tutti i giorni e di ottenere una smart home ottimizzata
  • l’utilizzo delle app e delle funzionalità Amazon, come shopping, musica e Prime
  • la combinazione di divertimento e funzionalità in un solo oggetto, personalizzabile con i comandi vocali, come il buongiorno e la buonanotte

Il futuro degli assistenti vocali

Gli smart speaker sono in continua evoluzione, per questo motivo sempre più imprese scelgono di investire in questi nuovi dispositivi. Le nuove tecnologie si stanno avviando sempre di più a una maggiore interazione tra l’essere umano e gli assistenti vocali.

Per questo motivo tra le evoluzioni già recenti c’è il miglioramento degli assistenti virtuali come Siri, Google e Alexa. In particolare le ultime ricerche sono dedicate ad algoritmi in grado di aiutare il dispositivo a riconoscere le emozioni, ad esempio tramite il tono di voce.

A gennaio 2019 è stata presentata alla Fiera dell’Innovazione Consumer di Las Vegas (CES) un’ampia gamma di soluzioni innovative, che combinano l’uso di un assistente vocale nella vita di tutti i giorni.

Un esempio è la sala da bagno di Kohler ultra-connessa tramite Alexa. Questa tecnologia viene utilizzata per creare un’esperienza unica, ad esempio nella regolazione dell’acqua, delle luci e della musica.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963