Libero
SCIENZA

Una scoperta rara è avvenuta nelle acque più profonde

Una scoperta rarissima nelle acque profonde: gli scienziati hanno trovato una vera e propria nursery di polpi e tra gli esemplari rintracciati potrebbe essercene uno mai visto prima

Nelle profondità del mare, in aree apparentemente ostili o affini solo a microrganismi e a misteriosi esseri striscianti, possono nascondersi moltissime sorprese: ne è un esempio la recente scoperta di un gruppo di scienziati che, lavorando al largo nelle acque del Costa Rica, si sono trovati di fronte a un rarissimo vivaio di polpi che, in teoria, non si sarebbe neanche dovuto trovare lì.

E non è tutto qui, perché il gruppo di scienziati ha anche scoperto che all’interno di questo vivaio è presente anche una nuova specie di polpo, con caratteristiche ancora tutte da scoprire. Insomma, l’intera vicenda è una vera e propria conquista, che ha lasciato di stucco il mondo intero.

La prima visita e la sorpresa

Per capire, però, quanto sia davvero sorprendente la scoperta, bisogna fare un passo indietro. In primis, bisogna accennare al fatto che quello che gli scienziati hanno rinvenuto è il terzo vivaio di polpi conosciuto sulla Terra. Proprio così: ne sono stati documentati soltanto altri due, perché riuscire a rintracciarli è davvero un’impresa titanica. Poi, occorre sottolineare che, in realtà, la zona era già stata analizzata nel 2013. Come mai?

Semplice, perché si distingue per la presenza di diverse montagne sottomarine, formazioni il cui punto più alto si trova centinaia o migliaia di metri sotto il livello del mare e ritenute da sempre fortemente misteriose. Proprio a ridosso delle montagne sottomarine, lontane dall’azione umana e quasi impenetrabili, si nascondono specie sconosciute e inaspettati segreti. Tuttavia, la spedizione del 2013 non aveva dato grandi frutti: l’area sembrava abitata perlopiù da microrganismi.

Dieci anni dopo, invece, ecco la sorpresa: mentre un gruppo di ricerca internazionale inviato dallo Schmidt Ocean Institute era impegnato nel prelevamento di campioni organici, a quasi 3 chilometri sotto il livello del mare è stato proprio avvistato il vivaio di polpi, con mamme intente nella gestione della cova e della schiusa e piccoli polpetti fluttuanti pronti a muovere i loro primi “passi”.

Il vivaio e le nuove specie

I ricercatori sono stati fortunatissimi, perché hanno potuto ammirare in diretta proprio il processo della schiusa delle uova. E proprio durante questo processo di schiusa, si sono accorti che c’era qualcosa di inusuale: alcuni polpi sembravano diversi da quelli conosciuti. E, in effetti, gli esperti dello Schmidt Ocean Institute sostengono che lo sono, perché apparterrebbero a una nuova specie di Muusoctopus, un genere di polpo di piccole e medie dimensioni privo di sacche d’inchiostro.

Questa nuova specie e gli altri polpi (più comuni) si muoverebbero nell’affioramento di Dorado, un’area delle dimensioni di un campo da calcio. La cova si svolge in acque profonde, vicino a prese d’aria idrotermali a bassa temperatura: qui, infatti, rilasciato dalla crosta terrestre un fluido riscaldato che crea una perfetta nursery.

La responsabilità nei confronti della specie

Se da una parte la notizia del vivaio di polpi è straordinaria, altrettanto straordinaria è la delicatezza della specie e non solo limitatamente alla nursery di cui abbiamo abbondantemente discusso. Più in generale, secondo i ricercatori, aree di nascita e crescita di questa specie simili all’affioramento di Dorado sono da individuare e tutelare nel modo più completo possibile, dato che i polpi sono ancora vulnerabili alle attività umane come la pesca.

La scoperta del vivaio ha per altro aperto un dibattito: diversi scienziati ed esperti di questi molluschi cefalopodi si sono chiesti se non debbano essere protetti legalmente, insieme alle aree marine che le ospitano. Intanto, continuerà la raccolta di campioni, immagini e informazioni per documentare la ricchezza e la straordinarietà della famiglia Octopodidae, al fine di aumentare almeno le azioni di sensibilizzazione e consapevolezza.

Libero Annunci

Libero Shopping