Libero
SCIENZA

Sì, hanno scoperto un nuovo pianeta: si tratta di qualcosa di raro

Gli scienziati hanno trovato un pianeta che orbita attorno a due stelle, e poi hanno fatto una scoperta incredibile: c'è qualcosa di raro e affascinante nello spazio.

L’Universo continua a sorprenderci, stavolta con qualcosa che sembra uscire da un film di fantascienza. Si tratta di un sistema planetario circumbinario, ovvero un gruppo di pianeti diversi che orbitano attorno a due stelle: è un fenomeno davvero molto raro, tanto che – con le nostre conoscenze attuali –  siamo riusciti a scoprirne solamente due. Il secondo è stato individuato grazie all’utilizzo di tecniche ormai considerate datate, che tuttavia hanno dato risultati incredibili.

Che cos’è un sistema circumbinario

Nello spazio ci sono tantissime stelle, alcune delle quali non hanno un proprio pianeta. Tutte le altre, proprio come il nostro Sole, sono caratterizzate da corpi celesti che orbitano attorno ad esse. E se ci fossero dei sistemi planetari che hanno ben due stelle al centro? Sembra quasi un panorama da fantascienza, e in effetti il pensiero vola subito a Tatooine, il pianeta dove è nata la famiglia Skywalker, tanto magistralmente descritto in Guerre Stellari. Se ben ricordate, una delle sue caratteristiche è quella di orbitare attorno ad una stella binaria.

Ma torniamo alla realtà: ormai da tempo sappiamo che ci sono coppie di stelle gravitazionalmente legate ad un pianeta, e che forse sono anche molto più comuni di quanto crediamo. Addirittura potrebbero rappresentare la metà delle stelle che hanno almeno un pianeta nella loro orbita. I dati raccolti dalla missione Kepler della NASA ci hanno aiutato a fare un po’ di chiarezza, ma questi sistemi planetari continuano a rimanere un mistero. Ora, una nuova scoperta potrebbe dare agli scienziati nuovo materiale da studiare.

La scoperta di un nuovo pianeta raro

Facciamo un passo indietro: nel 2020, gli astronomi avevano trovato una coppia di stelle soprannominata TOI-1338, attorno alla quale orbita un pianeta circumbinario. Individuarlo non era stato facile: “Quando un pianeta orbita attorno a due stelle, può essere un po’ più complicato da trovare perché entrambi gli astri si muovono anche nello spazio” – ha affermato David Martin, NASA Sagan Fellow presso l’Ohio State University e autore di un recente studio pubblicato su Nature Astronomy. Di recente, grazie a nuove e più dettagliate osservazioni, è stato possibile notare un secondo pianeta in orbita attorno alla stella binaria TOI-1338.

Si tratta di una scoperta rarissima, che fa di questo sistema planetario circumbinario il secondo attualmente conosciuto dall’uomo. A rendere ancora più speciale questo avvenimento è il modo in cui si è verificato: la stragrande maggioranza dei pianeti che abbiamo finora osservato è stata individuata con il metodo del transito, che però non permette di scovare agevolmente i pianeti circumbinari. Per questo gli scienziati hanno utilizzato il metodo della velocità radiale, una tecnica ormai desueta, che ha però permesso di trovare questo raro pianeta.

A proposito, quali sono le sue caratteristiche? Si tratta di un gigante gassoso dalla massa corrispondente a circa 65 volte quella della Terra, e il suo periodo orbitale è di 215 giorni. Secondo gli esperti, questo potrebbe essere un ottimo candidato per una più attenta osservazione mediante il James Webb Space Telescope, che sta studiando l’atmosfera dei pianeti alla ricerca di prove di attività biologica. Ma c’è ancora qualcos’altro: è possibile che il sistema TOI-1338 non abbia due soli pianeti. Forse ce n’è un terzo ancora nascosto, che aspetta soltanto di essere scoperto.