smartphone-sotto-carica Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

Si può usare uno smartphone sotto carica?

Nulla vieta di utilizzare lo smartphone mentre si carica la batteria. I pericoli che esploda sono minimi, bisogna solo fare attenzione che non si surriscaldi

6 Marzo 2018 - “Non utilizzare lo smartphone mentre è sotto carica, ti può esplodere in mano”. “Metti giù lo smartphone, non vedi che è sotto carica? È pericoloso usarlo”. Almeno una volta nella vita abbiamo sentito una di queste frasi che ci avvertivano del pericolo di utilizzare il telefonino mentre la batteria era in carica. Il rischio è che il dispositivo ci esploda in mano. Ma quanta verità c’è in questo assunto? Poca, pochissima. Non c’è nulla che vieta di usare uno smartphone in carica.

Le possibilità che uno smartphone esploda sono minime e nel caso in cui succeda, le colpe non sono da imputare al fatto che il dispositivo fosse collegato al caricabatteria. Ci sono stati dei casi nel recente passato di dispositivi che prendevano fuoco mentre erano in carica, ma la colpa non è da imputare al fatto che fosse collegato all’energia elettrica, ma a problemi di costruzione o a malfunzionamenti delle varie componenti hardware.

Quando uno smartphone può esplodere

Non è escluso che il telefonino possa esplodere. Ma le probabilità sono veramente minime. Come detto la colpa non è del fatto che lo smartphone sia sotto carica, ma di componenti hardware difettose che si surriscaldano e prendono fuoco (nella maggior parte dei casi la batteria). E proprio le alte temperature raggiunte dallo smartphone sono un campanello d’allarme da tenere sotto controllo. Se mentre il dispositivo è sotto carica la scocca diventa incandescente dobbiamo immediatamente scollegare il caricabatteria e portare il dispositivo in assistenza. Potrebbe essere che la batteria sia difettosa e possa esplodere da un momento all’altro. Nel caso, invece, che la temperatura del dispositivo resti nei parametri standard, possiamo utilizzare lo smartphone mentre è sotto carica senza nessuna paura.

Contenuti sponsorizzati