Libero

Threads, in arrivo la versione Web del "nuovo" social network

Threads avrà presto una versione web che permetterà l'accesso diretto al social utilizzando un browser e non solo via app

threads Fonte foto: rafapress / Shutterstock.com

Lanciato poche settimane fa, Threads è la risposta di Meta a Twitter, ora chiamato X. Il social network, che va ad affiancare Facebook e Instagram, dopo un iniziale crescita di utenti, sta attraversando una fase di transizione ma le novità in arrivo sono diverse. Nel corso del prossimo futuro, infatti, Threads dovrebbe registrare l’arrivo di una versione web che andrà ad affiancare l’app per smartphone, disponibile su Android e iOS.

Threads arriva sul web con diverse novità

Le prossime settimane saranno ricche di novità per Threads, come confermato ache da un recente report del The Wall Street Journal. A breve, infatti, il social network avrà anche una versione web, accessibile tramite un qualsiasi browser, esattamente come avviene con Instagram e Facebook. Attualmente, collegandosi al sito ufficiale del social c’è solo un QR Code da utilizzare per avviare il download dell’app.

A breve, invece, gli utenti dovrebbero essere in grado di accedere al social anche via web, riprendendo tutte le funzioni dell’applicazione ma con un’interfaccia utente ottimizzata per i display desktop. Attualmente, stando a quanto rivelato dal numero uno di Instagram, Adam Mosseri, una versione web di Threads già esiste. Prima del lancio, però, sono necessarie diverse ottimizzazioni per renderla pienamente utilizzabile.

Il rilascio di questa versione non dovrebbe essere lontano. Lo sviluppo di Threads continua. L’app è stata lanciata, molto probabilmente, prima di quanto prevedessero i piani originali, con l’obiettivo di sfruttare al massimo le difficoltà di Twitter, nel frattempo diventato X sotto la gestione di Elon Musk. Nei prossimi mesi, il social registrerà diverse nuove funzionalità e la versione web dovrebbe essere una delle prime ad arrivare.

Ancora attesa per il debutto in Italia di Threads

Per il momento, come noto, Threads non è utilizzabile in UE e, quindi, non è accessibile dall’Italia. Meta ha anche bloccato gli account degli utenti che erano riusciti ad aggirare il blocco geografico. Il mancato debutto in UE è legato alla normativa sulla privacy, decisamente più stringente rispetto ad altre regioni. Meta dovrà adeguare la struttura del suo social per renderlo accessibile anche in Italia.

Il debutto europeo di Threads permetterà al social network di incrementare in modo significativo i suoi utenti. Nei primi giorni successivi al lancio, Threads ha toccato rapidamente quota 100 milioni di utenti. Nelle settimane successive, però, il numero di utenti attivi è calato in modo significativo. L’espansione dei mercati di disponibilità oltre che il lancio di nuove funzioni serviranno a sostenere la crescita di Threads nel lungo periodo.

Il social potrebbe arrivare in Italia nel corso del prossimo autunno, con una serie di accorgimenti pensati per garantire il rispetto della normativa europea sulla gestione dei dati degli utenti. Per il momento, in ogni caso, non c’è ancora una data ufficiale.