Libero
SCIENZA

Hanno davvero trovato un dinosauro mai visto prima

Hanno trovato i resti di una specie di dinosauro mai vista prima, che apre le porte a nuove teorie sull'evoluzione dei tirannosauri come il T-Rex.

Tutti conoscono il terrificante T-Rex, considerato il "re" dei dinosauri. Una creatura che ha animato l’immaginario collettivo di intere generazioni e che ancora ai giorni nostri rappresenta qualcosa di unico nel suo genere. Eppure di recente alcuni paleontologi hanno fatto una scoperta che ribalta ogni nostra certezza: il T-Rex aveva un antenato e sì, era perfino più spaventoso e "cattivo".

Scoperto fossile di un antenato del T-Rex

L’annuncio è arrivato dai canali del Badlands Dinosaur Museum del North Dakota lo scorso 29 novembre e ha lasciato il mondo letteralmente di stucco: dopo decenni di ricerche sul T-Rex, analisi dei reperti e teorie sulla sua possibile evoluzione, i paleontologi hanno trovato il fossile di una specie di dinosauro mai vista prima e che sarebbe il più stretto antenato del "re" della preistoria.

La scoperta, in verità risale al 2017 quando uno dei membri del team di ricerca, Jack Wilson, avvistò un piccolo pezzo di osso piatto che si intravedeva dal fondo di una scogliera. Non è un osso certamente comune e sin da subito il ricercatore e il resto del team capirono che si trattava della parte centrale della narice di un tirannosauro. Gli scavi proseguirono e si accorsero che nel sito appena scoperto erano incastonati anche altri frammenti ossei, come una premascella completa e alcune vertebre rotte.

Senza alcun dubbio si trattava di un enorme Tirannosauro, ma non avrebbero immaginato di trovare altro: un cranio e uno scheletro parzialmente integri a più di otto metri di profondità. Il risultato? Quell’antica creatura non era mai stata vista prima di quel momento, aprendo un intero mondo tutto da scoprire.

Daspletosaurus wilsoni, una nuova specie di dinosauro

"Siamo orgogliosi di annunciare la pubblicazione di un nuovo articolo di ricerca che intitola il dinosauro tirannosauride Daspletosaurus wilsoni [letteralmente ‘lucertola spaventosa di Wilson’, ndr], basato su un esemplare scoperto e raccolto dai nostri equipaggi sul campo, e in mostra nel Museo dei Dinosauri delle Badlands". È questo l’incipit del comunicato divulgato dal museo del North Dakota e sì, è facile comprenderne l’entusiasmo.

Perché dopo decenni interi trascorsi a considerare il T-Rex come il gigantesco e mostruoso incubo del mondo dei dinosauri, oggi la nuova scoperta ci rivela che prima di lui visse un antenato persino più terrificante. Gli scienziati hanno chiamato la nuova specie di tirannosauro Daspletosaurus wilsoni e, analizzando a fondo i resti fossili, hanno potuto appurare che mostra caratteristiche tipiche dei tirannosauri più primitivi: una corona di corna intorno agli occhi, orbite alte e sacche d’aria espande nel cranio. In sostanza il D. wilsoni è come l’anello mancante tra le varie specie di tirannosauro ed è, di fatto, la creatura da cui si è evoluto il più celebre T-Rex.

L’evoluzione dei dinosauri

La scoperta pubblicata su Paleontology and Evolutionary Science apre le porte a un nuovo approccio all’evoluzione dei dinosauri, in particolare della grande famiglia in questione. "Molti ricercatori non sono d’accordo sul fatto che i tirannosauridi rappresentino un unico lignaggio che si evolve sul posto o diverse specie strettamente correlate che non discendono l’una dall’altra", hanno affermato i co-autori dello studio Elías Warshaw e Denver Fowler.

Ma la scoperta del nuovo dinosauro sembrerebbe smentire questa teoria, affermando al contrario che le varie specie di tirannosauri che si sono succedute nel tempo si siano evolute linearmente. Diverse specie di Daspletosaurus, dunque, appartengono a un unico grande  lignaggio in evoluzione e proprio da questo discenderebbe il famigerato T-Rex.

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963