Hacker con smartphone tra le mani Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Utenti Android spiati grazie a 7 app: quali sono

Avast ha scoperto sette spyware, installati da 130 mila utenti Android, capaci di tracciare la posizione degli smartphone e spiare ogni comunicazione

21 Luglio 2019 - Continua, senza soluzione di sosta, la “crisi” del Google Play Store. Il negozio digitale dal quale gli utenti Android possono scaricare le app per i loro dispositivi è da tempo oggetto delle attenzioni particolari degli hacker. Approfittando di controlli non così stringenti come dovrebbero, i cybercriminali inondano lo store con app fake o contenenti malware con lo scopo di rubare dati o soldi agli utenti.

Giusto qualche giorno fa, ad esempio, sul Play Store è comparsa un’app “clone” di FaceApp che, anziché invecchiare il volto degli utenti, mostrava decine e decine di pubblicità e finiva con il bloccare il dispositivo. Questo, però, non è che l’ultimo di tanti possibili esempi, con decine e decine di applicazioni infette eliminate dal negozio Android e milioni di utenti con dispositivi compromessi. La crisi, come accennato, però, continua ancora e Google è stata costretta a correre nuovamente ai ripari per circoscrivere il raggio d’azione di 7 spyware.

App spione su Android: quali sono

A scoprire le app spia sono stati gli esperti di Avast, celebre software house creatrice di uno dei più famosi antivirus gratis per Windows 10 e Android. Le sette app sono state installate da 130 mila utenti circa e, una volta in memoria, prendono il controllo del dispositivo. Gli spyware, “travestiti” da app spia per SMS e GPS, passavano al setaccio tutte le informazioni presenti in memoria e monitoravano le attività dello smartphone infettato.

Gli spyware scoperti da Avast erano così in grado di “intercettare” gli spostamenti degli utenti, copiavano la lista dei contatti, delle chiamate e degli SMS e inviavano periodicamente tutte le informazioni così raccolte a dei server “madre”. Al momento, non si sa dove siano localizzati questi server, ma ben presto potrebbero arrivare delle indicazioni precise. Le app, inoltre, nascondevano l’icona dalla schermata principale e dal menu, in modo da passare inosservate e continuare nella propria attività di spionaggio senza timore di destare sospetti.

Avast ha anche reso noti i nomi dei sette spyware, in modo da dare la possibilità agli utenti di riconoscerle ed eliminarle manualmente dal proprio dispositivo. Le app sono:

  • Track Employees Check Work Phone Online Spy
  • Free Spy Kids
  • Tracker Phone Cell
  • Tracker Mobile
  • Tracking Spy
  • Tracker SMS
  • Tracker Employee Work Spy