Libero
TECH NEWS

Windows: addio a questa storica funzione

Il gigante di Redmond taglia i ponti con il passato e si prepara al futuro: l'app di Cortana non funziona più su Windows 11 e Copilot arriva nel canale Windows Insiders Beta

windows 10 Fonte foto: Tomasz - stock.adobe.com

Microsoft non torna indietro e chiude un pezzo della storia di Windows persino in anticipo sui tempi previsti. Stiamo parlando dell’app (e in generale del servizio) di Cortana, l’assistente vocale lanciato nel 2014, che non ha mai avuto successo e che, secondo una comunicazione ufficiale di inizio giugno, avrebbe dovuto chiudere i battenti “entro fine 2023“. La fine di Cortana è arrivata ben prima di Natale e Capodanno: su Windows 11 è già inutilizzabile.

Windows 11: addio Cortana

Non ci mancherai. Con un aggiornamento del sistema operativo Windows 11 Microsoft ha aggiornato anche Cortana, per la prima volta in due anni, ma solo per rendere l’app inutilizzabile.

Chi oggi prova a lanciare Cortana su Windows 11, infatti, riceve un messaggio d’errore e l’app non si avvia. Non passerà molto, quindi, prima che un nuovo update del sistema operativo cancelli del tutto l’app e ogni riferimento ad essa all’interno del codice di Windows 11.

Parliamo di Windows 11 e non di Windows in generale perché, ancora per poco, su Windows 10 l’app di Cortana resta al momento disponibile. L’aggiornamento che la renderà inutilizzabile è in arrivo, questione di poche settimane al massimo.

La fine di Cortana, quindi, è ufficialmente segnata su tutti i sistemi operativi ancora supportati da Microsoft e, d’altronde, il suo sostituto è già stato deciso: è Windows Copilot.

Cos’è Windows Copilot

Per dirla in parole molto semplici, Windows Copilot è Bing Chat applicato a tutto il sistema operativo di Microsoft e non solo al browser Edge. Cioè un assistente basato sull’intelligenza artificiale che aiuta l’utente a fare diverse cose, in modo più veloce e con meno fatica.

Esattamente come Bing Chat, quindi, Windows Copilot funziona tramite una barra laterale all’interno della quale l’utente può inserire le proprie domande e richieste e ottenere risposte basate sull’AI.

Copilot, quando sarà pienamente operativo, potrà fare molte cose come cambiare alcune impostazioni del PC (ad esempio mettere la modalità scura), avviare app, fare riassunti di documenti Microsoft 365, creare immagini da una descrizione dell’utente e aprirla direttamente in Paint.

In futuro Copilot sarà utilizzabile anche tramite comandi vocali e questo, in prospettiva, potrebbe cambiare moltissimo il modo in cui usiamo i PC Windows. Ma potrebbe anche mettere Microsoft in diretta concorrenza con Amazon e Google.

Addio Cortana, benvenuto Copilot

Copilot non è ancora disponibile per tutti: è stato lanciato in anteprima a fine maggio per gli utenti iscritti al programma Windows Insiders dei canali “Canary” e “Dev“, cioè per i beta tester che ricevono le nuove versioni del sistema operativo di Microsoft a cadenza quotidiana o settimanale.

Questi utenti accettano il rischio di usare un sistema operativo instabile, pur di avere a disposizione prima possibile le ultime novità. C’è poi il canale “Beta” che, con i suoi aggiornamenti mensili, offre novità meno rischiose da installare perché testate per più tempo.

A partire dal 3 agosto 2023 Windows Copilot è disponibile anche agli utenti del canale “Beta“, segno che il suo debutto al pubblico è sempre più vicino. Debutto che avverrà, quasi certamente, con l’aggiornamento di Windows 11 2H23, cioè il secondo aggiornamento maggiore di Windows 11 previsto nel 2023 che sarà rilasciato nel quarto trimestre dell’anno, cioè tra settembre e dicembre.