youtube shorts creator Fonte foto: Shutterstock, Inc.
APP

YouTube offre 100 milioni ai creator che fanno gli Shorts

La sfida di YouTube a TikTok prosegue: offre 100 milioni di dollari ai creator che realizzano Shorts sulla piattaforma

YouTube compie un nuovo passo nella sfida a TikTok e incentiva i creator a produrre Shorts sulla sua piattaforma offrendo un fondo da 100 milioni di dollari per il biennio 2021-2022. Questo l’annuncio di Google per incoraggiare gli utenti a pubblicare contenuti sul suo nuovo servizio.

Una mossa che segue quella compiuta da TikTok, che nel luglio 2020 ha stanziato un fondo da 200 milioni di dollari per pagare i suoi creator. Anche Snapchat, dopo aver lanciato Spotlight per i brevi video, ha offerto 1 milione di dollari al giorno nel novembre 2020 per incentivare l’uso della nuova funzione tra i suoi utenti. Ora tocca a YouTube Shorts, che al momento è disponibile in India e negli Stati Uniti. I creator che realizzano i brevi video, o Shorts, potranno guadagnare su base mensile per i contenuti caricati sulla piattaforma, che dovranno essere originali e rispettare le linee guida della community di YouTube.

YouTube Shots: il fondo per i creator

L’obiettivo di YouTube è chiaro: promuovere la nuova piattaforma Shorts per battere la sfida a TikTok e incentivare i creator a caricare contenuti originali e brevi video. Il fondo stanziato da Google per la piattaforma è di 100 milioni di dollari e sarà disponibile fino al 2022. Al momento la funzione è disponibile negli Stati Uniti e in India, ma l’azienda ha fatto sapere che a mano a mano che il servizio verrà esteso ad altri Paesi, il bacino di creator che potrà ricevere i pagamenti verrà ampliato.

YouTube Shorts: come diventare un creator e guadagnare

Gli Shorts sono dei brevi video dai 15 ai 60 secondi che possono essere realizzati da qualsiasi utente della piattaforma. Per diventare un creator, quindi, non bisogna fare altro che creare dei contenuti originali e che rispettino le linee guida della community di YouTube.

Al contrario dei pagamenti per gli youtuber, che devono essere iscritti al Programma partner di YouTube per guadagnare con la piattaforma, l’unica condizione richiesta ai creator è quella di pubblicare i propri Shorts e condividerli. Ogni mese, spiega YouTube, i creator che hanno ottenuto con i loro video il maggior numero di visualizzazioni e di coinvolgimento del resto della community potranno ricevere un contributo dal fondo stanziato dalla piattaforma.

YouTube e la monetizzazione di Shorts

L’introduzione del fondo per i creator delinea l’intenzione di YouTube di creare un modello di monetizzazione per la piattaforma Shorts. Per questo motivo, spiegano nel blog ufficiale della piattaforma, ai creator che riceveranno contributi per i propri video verrà chiesto di inviare un feedback. In questo modo, YouTube potrà sviluppare un programma a lungo termine per la monetizzazione degli Shorts, così da poter offrire il proprio supporto alla prossima generazione di creator e artisti che popolano la piattaforma e ne costituiscono la community.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963