Libero
VIDEOGIOCHI

YouTube Playables è arrivato: come funziona

YouTube Playables è il nuovo servizio di YouTube dedicato al cloud gaming, già disponibile in alcuni paesi con circa 30 giochi riservati agli account Premium

youtube Fonte foto: Diego Thomazini / Shutterstock

Dopo l’annuncio ufficiale dello scorso settembre, YouTube sta lanciando in alcuni mercati selezionati la nuova funzione YouTube Playables, aggiungendo al vastissimo catalogo video anche diversi videogiochi che gli utenti potranno giocare senza il bisogno di scaricare nulla.

Con questa novità, il colosso del settore video non solo espande le sue potenzialità, ma porta l’intrattenimento al livello successivo, muovendo i primi passi nel mondo del cloud gaming così come stanno facendo altri volti noti del settore, come Netflix ad esempio.

Come funziona YouTube Playables

Dalle prime indiscrezioni provenienti da alcuni utenti YouTube negli Stati Uniti, che hanno già a disposizione una sorta di beta di Playables, nuovo servizio potrà essere utilizzato sia dall’applicazione per dispositivi mobili (disponibile su Android e iOS) che da browser desktop.

I contenuti disponibili sono visualizzati nella sezione Esplora di YouTube, dove l’utente potrà vedere tutti i titoli presenti nel catalogo e, naturalmente, scegliere quali avviare.

Accedendo al servizio, esattamente come accade per i video, nella pagina Home apparirà anche l’elenco dei giochi già provati e tutti quei contenuti popolari o inerenti alle preferenze dell’utente.

Dalle testimonianze di chi ha già accesso al servizio, dovrebbero esserci circa 30 giochi, tutti platform piuttosto noti (perfetti per essere goduti da mobile), tra cui: Angry Birds Showdown, Brain Out, Daily Solitaire, The Daily Crossword e 8 Ball Billiards Classic.

La funzionalità è ancora in fase sperimentale ed è disponibile esclusivamente per gli account Premium in maniera completamente gratuita fino al 28 marzo 2024.

Oltre quella data, potrebbe essere necessario sottoscrivere un abbonamento aggiuntivo. Non ci sono ancora certezze al riguardo ma, se così fosse, questa potrebbe essere già la prima falla nel piano di YouTube perché difficilmente le persone andrebbero a pagare per un servizio del genere che, come appena detto, contiene (almeno per ora) titoli piuttosto semplici, utili per intrattenersi da mobile ma senza troppe pretese.

Sarebbe più plausibile lasciare YouTube Playables solo per gli account Premium o, magari inserendo un po’ di pubblicità, aprire il servizio a tutti gli utenti, in modo da rappresentare davvero una minaccia alle piattaforme concorrenti, tipo il già citato Netflix che ovviamente consente solo agli abbonati di utilizzare i giochi al suo interno.

YouTube Playables, la crescita del cloud gaming

Il settore del cloud gaming sta vivendo un periodo di forte crescita e, secondo molti, sta rivoluzionando radicalmente l’industria dei videogiochi.

Paradossalmente, dopo il fallimento di Google Stadia, la piattaforma che ha fatto da apripista in quest’ambito, molti dei brand concorrenti stanno offrendo servizi simili (ultimo in ordine di tempo Amazon Luna), dimostrando come un sistema del genere possa rimuovere le “barriere” hardware e portare questa modalità di intrattenimento a tutti gli utenti, anche quelli che non hanno device potenti.

Per accedere al servizio, infatti, basta avere una connessione affidabile e i giochi verranno avviati sui potenti server del fornitore, senza dunque gravare sull’hardware dei giocatori che potranno godere di titoli AAA, anche dai dispositivi più modesti.

In questo senso è un grande cambiamento e anche YouTube Playables non è che l’ennesimo tassello in un vero e propri stravolgimento nel settore gaming, soprattutto quello da mobile, con i moderni smartphone (ma solo quelli con accesso alla rete 5G) già pronti a diventare delle vere e proprie console portatili.