drone Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Droni, in Canada multe salate per chi mette in pericolo le persone

Varate nuove regolamentazioni: divieto di volare sopra i 90 metri e vicino agli spazi aerei. Previste pesanti sanzioni economiche fino a 3000 dollari

La diffusione dei droni, ormai utilizzati in ogni settore, pone alcuni interrogativi. Soprattutto per quanto riguarda l’incolumità delle persone. Se quelli per uso lavorativo devono superare una serie di misure di sicurezza e attenersi a delle regole, i droni non commerciali si muovono all’interno di un’area grigia, ancora poco definita dal punto di vista legislativo.

Alcuni paesi hanno deciso di correre ai ripari, varando delle norme in materia. L’ultimo in ordine cronologico è il Canada. Lo stato nordamericano ha approvato, infatti, una serie di regolamentazioni per i droni a uso ricreativo. Si tratta di un’insieme di regole volte a frenare la proliferazione selvaggia dei device robotizzati. In realtà, il Canada era già intervenuto in precedenza, fissando dei limiti ai droni non commerciali. Limiti che però non prevedevano l’applicazione di sanzioni di natura pecuniaria ai trasgressori. Le nuove norme invece le prevedono. E sono anche abbastanza salate. Si parla di multe che possono raggiungere i 3000 dollari canadesi (poco più di 2000 euro).

Le nuove regole

Andiamo ora a dare uno sguardo alle nuove regole che riguardano tutti i droni con un peso compreso tra i 250 grammi ai 35 chilogrammi. Praticamente quasi tutti i velivoli ricreativi attualmente in commercio. Il piano varato dalle istituzioni canadesi prevede che i droni non possono volare a più di 90 metri di altezza dal suolo. Non possono, poi, allontanarsi dall’operatore per più di 500 metri. Devono, inoltre, mantenere una distanza di sicurezza da persone, costruzioni, animali, folle, veicoli, imbarcazioni di almeno 75 metri.

Divieto di volo entro 9 Km dagli aeroporti

I droni devono volare a non meno di 9 chilometri di distanza dagli aeroporti o da altri centri di volo e a 9 chilometri dagli incendi nelle foreste. Non devono, poi, intralciare le forze dell’ordine e devono essere riconducibili al proprietario (nome, indirizzo e numero di telefono devono essere presenti sul velivolo). Non possono volare durante la notte e in presenza di nuvole. E l’operatore, se non vuole andare contro le regole, non deve perdere mai di vista il velivolo robotizzato.

Premi sull'immagine per scoprire i migliori droni in circolazioneFonte foto: Shutterstock
Premi sull’immagine per scoprire i migliori droni in circolazione

TAG:

Ti raccomandiamo