5g Fonte foto: Black Friday e Cyber Monday: quali sono le differenze https://www.cnet.com/how-to/black-friday-2019-vs-cyber-monday-whats-the-difference/
SICUREZZA INFORMATICA

5G a rischio: vulnerabile ad attacchi hacker

Il nuovo standard di comunicazione per cellulari (e non solo) sta pian piano prendendo piede. Ma molti mettono l'accento sui rischi legati alla cybersecurity

Grande velocità, grandi possibilità, ma anche grandi vulnerabilità e rischi per gli utenti. Sono le caratteristiche della connessione 5G secondo gli esperti di Kaspersky e di Securing Smart Cities, iniziativa globale no-profit creata per affrontare i problemi di sicurezza delle future città intelligenti.

Il 5G sarà fino a 100 volte più veloce del 4G e avrà una latenza 25 volte inferiore. Ciò vuol dire prestazioni mai viste prima per una connessione, ma anche grandi opportunità di sfruttarle per gli hacker e i cybercriminali. Il fatto che con il 5G sia possibile connettere contemporaneamente mille volte più dispositivi per chilometro quadrato, ad esempio, potrebbe essere sfruttato per lanciare attacchi DDoS per forzare siti Web. Secondo Kaspersky e Securing Smart Cities i punti deboli del 5G saranno principalmente sei. Nulla di nuovo rispetto ai rischi già visti con il 4G, il 3G e altre connessioni: quel che cambia con il 5G non è il pericolo in sé, ma le sue dimensioni.

5G: i rischi per la sicurezza

Anche il 5G, come tutti i protocolli di trasmissione, ha dei punti deboli. Il problema è che, come nell’esempio precedente, questi punti deboli potrebbero essere sfruttati dagli hacker su larga scala. Serve quindi un meccanismo di risposta efficace, che parta da una autenticazione e salvaguardia robuste dei dispositivi connessi.

Per quanto riguarda gli attacchi DDoS, cioè quelli in cui migliaia di dispositivi attaccano contemporaneamente un solo sito Web o un server, il 5G potrebbe diventare uno strumento eccellente per gli hacker moltiplicando la banda dati a disposizione per sferrare gli attacchi.

Ci sono poi le minacce legate al “Bring Your Own Device” (BYOD), cioè la possibilità di usare i dispositivi personali come strumenti di lavoro in azienda. La sicurezza di ogni dispositivo, in quest’ottica, è fondamentale perché ogni smartphone, tablet, o laptop portato in azienda è una potenziale minaccia.

Il 5G, inoltre, permetterà un aumento del traffico dati esponenziale per ogni dispositivo connesso. Si dovrà garantire la sicurezza di questa gran mole di dati e la privacy degli utenti.

La nuova connessione, anche per i motivi precedenti, potrebbe diventare anche strumento per i terroristi e, dall’altro lato della medaglia, per mettere in atto sabotaggi e attacchi informatici finanziati da Stati sovrani.

In ultimo, ma non meno importante, la rete 5G diventerà presto una infrastruttura critica, sulla quale viaggeranno anche i dati relativi alla sicurezza pubblica. Per questo è ancora più importante “blindare” questa connessione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963