Libero
HOW TO

Quanti dati consuma il 5G

Come valutare il consumo dati di una rete 5G per capire se il 5G consuma effettivamente di più rispetto all'utilizzo di una rete 4G

connessione 5g Fonte foto: Shutterstock

Il 5G in Italia è disponibile dal 2018 ed è oggi accessibile a milioni di utenti, con una copertura in costante crescita. La rete mobile di nuova generazione garantisce un miglioramento netto delle prestazioni rispetto al 4G, sia in termini di velocità (download e upload), aumentate considerevolmente con il salto generazionale, che per quanto riguarda la latenza, ridotta in modo netto.

È opportuno capire, però, quanti dati consuma il 5G e, soprattutto, se il 5G consuma più del 4G. Si tratta di un aspetto centrale per tutti gli utenti che sfruttare la rete 5G e che, per un motivo o per un altro, hanno la necessità di utilizzare tanto traffico dati nel corso del mese. Vediamo, quindi, tutto quello che c’è sapere sul 5G e sui consumi legati all’utilizzo di una rete 5G rispetto a reti di generazione precedente.

Come valutare il consumo dati del 5G

Il consumo dei dati di una connessione 5G può essere valutato in vari modi. Gli smartphone moderni, infatti, integrano nelle Impostazioni un tool per tenere sotto controllo l’utilizzo della rete dati. Basterà consultare questa sezione per verificare quanto consuma il 5G in un giorno o in un mese. Con un iPhone, ad esempio, basta andare in Impostazioni > Cellulare e scorrere verso il basso fino a individuare le informazioni relative all’uso della rete dati.

Anche con uno smartphone Android è possibile effettuare questa verifica dalle Impostazioni. La procedura cambia in base al modello di smartphone utilizzato. Basterà navigare tra le impostazioni fino a individuare la sezione relativa alla connessione dati per poter poi verificare il consumo dei dati relativo all’utilizzo della SIM. Si tratta di un buon sistema per valutare l’effettivo consumo dati del 5G (a condizione di aver utilizzato questa rete per tutto il periodo del “test”).

Da notare che anche alcuni Speed Test consentono di monitorare il consumo dei dati oltre che la velocità e, quindi, possono essere utilizzati per verificare il traffico dati legato all’uso del 5G.

Quanto consuma il 5G?

Il 5G ha una velocità superiore al 4G. Di conseguenza (in media) in un arco di tempo prefissato riesce a generare un traffico dati maggiore rispetto al 4G. Per eseguire un’operazione specifica, però, 4G e 5G hanno lo stesso consumo. A cambiare è la velocità e, quindi, il tempo necessario a completare l’operazione che determina l’effettivo utilizzo.

Facciamo un esempio: nel corso di un’ora di navigazione web, con la rete 5G sarà possibile consultare più pagine, grazie a tempi di caricamento inferiori per ogni singola pagina, rispetto al 4G. Questa maggiore velocità si tradurrà in un maggiore utilizzo della rete e, quindi, in un consumo superiore rispetto al 4G. Allo stesso modo, a parità di utilizzo, e quindi aprendo le stesse pagine web, il 5G consumerà quanto il 4G.