come scegliere tra adsl e fibra ottica Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Differenze tra ADSL e Fibra

Prima di scegliere tra ADSL e fibra ottica è opportuno sapere come funzionano, quali sono le loro principali differenze e capire quale conviene installare.

Avere una buona connessione internet è un requisito imprescindibile per la vita quotidiana: guardare un film su una qualche piattaforma on demande, utilizzare un assistente vocale, gestire in remoto applicazioni relative alla casa, ma anche lavorare in smart working o seguire delle lezioni a distanza, sono tutte operazioni che richiedono di avere una linea ADSL o fibra ottica. Insomma, la tecnologia al giorno d’oggi non può più restare fuori dalla porta, ed è importante aver modo di accedere al web velocemente.

Conoscere l’ADSL

Per capire le differenza tra ADSL e fibra ottica sarà bene conoscere entrambi i sistemi di connessione. L’ADSL è una tecnologia che ha ormai oltre 20 anni e che permette il collegamento attraverso la linea telefonica. Questo tipo di connessione non richiede l’installazione di apparati aggiuntivi. Basterà un semplice modem. Nelle connessioni di questo tipo la velocità di download è differente da quella di upload. Attualmente la velocità standard è di 7 Mbps in download e 384 Kbps in upload, ma si possono raggiungere 20 Mbps in download e 1 Mbps in upload.

Di fatto però la velocità che viene realmente raggiunte è influenzata da alcuni fattori, come il tipo di modem o router che si utilizza, le prestazioni del proprio device, il browser che si sta utilizzando, ma anche la qualità del doppino telefonico e quanto traffico vi sia presente in zona.

Conoscere la fibra ottica

Il secondo step per scegliere tra Adsl e Fibra è capire come funziona quest’ultima. Si tratta di una tecnologia di trasmissione che si basa su dei cavi, appunto in fibra, che consentono di propagare segnali ottici. Con questo sistema la capacità di banda è più elevata: in download raggiunge fino a 100 Mbps, e in upload fino a 3 Mbps. Anche se potenzialmente questo tipo di connessione è in grado di arrivare fino a 1 Gbps. Rispetto all’ADSL comporta però maggiori costi di installazione, e non sempre c’è la copertura necessaria, soprattutto quando si abita lontano dalle città. Si tratta però di una tecnologia in continua evoluzione e diversi provider stanno estendendo la copertura geografica dei servizi.

Esistono differenti tecnologie che sfruttano la fibra ottica, di cui quelle più utilizzate sono sostanzialmente due: la FTTC (fiber to the cabinet), che è quella in grado di arrivare fino alla strada di fronte a casa, per poi utilizzare la VDSL/VDSL2 sul doppino telefonico per raggiungere la casa; la FTTH (fiber to the home), che invece entra direttamente in casa tramite la fibra.

Le differenze tra ADSL e Fibra ottica

Dunque, sostanzialmente, le principali differenze tra fibra ottica e ADSL sono tre:

  • la velocità: l’ADSL arriva a 20 Mbps mentre la Fibra arriva a 100 Mbps.
  • la tecnologia di trasmissione: per la fibra ottica si utilizzano appunto cavi in fibra, mentre l’ADSL si collega tramite la vecchia linea telefonica, con cavi in rame.
  • La copertura territoriale: l’ADSL arriva ovunque vi sia un collegamento telefonico, la Fibra arriva solo dove è stata realizzata l’apposita infrastruttura.
  • L’installazione: quella della Fibra è possibile farla solo a specifiche condizioni e i costi sono piuttosto elevati, in quanto richiedono appositi lavori, soprattutto laddove si voglia far arrivare i cavi all’interno dell’abitazione. Con l’ADSL è tutto più semplice e non servono apparecchiature particolari.
  • Il prezzo: mediamente risulta più alto il costo di una connessione tramite Fibra rispetto a una con l’ADSL.

Quando installare ADSL e quando la fibra ottica

La scelta tra le due possibili connessioni, ADSL vs fibra ottica, dipende quindi prima di tutto dalle condizioni di copertura territoriale: se i cavi non arrivano nel luogo in cui si abita, la fibra si deve scartare a priori. Dunque per chi abita in paesini piccoli e poco serviti la scelta dovrà essere senza dubbio quella dell’ADSL. Per chi abita in una zona cablata, le possibilità saranno superiori, ma non è sempre detto che la linea più veloce sia quella da scegliere. Innanzitutto per i costi, ma anche perché chi usa internet dal punto di vista strettamente domestico potrebbe non avere la necessità di una connessione particolarmente veloce. Diverso è se si usa la rete per motivi lavorativi, come lo smart working, o per dei corsi o lezioni a distanza, dove una connessione più veloce potrebbe aiutare molto. Insomma, le variabili da valutare, nella scelta tra ADSL o fibra ottica, sono molteplici, e dipendono molto dalle necessità del singolo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963