Libero
APPLE

AirPods Pro 2, cosa cambia nei nuovi auricolari Apple

La nuova versione degli auricolari bluetooth di Apple migliora tutti i dettagli della dotazione tecnica, ma non tutto è perfetto.

 Luca Viscardi  Divulgatore e blogger di tecnologia

Conduttore radiofonico, blogger e scrittore. Da anni impegnato nella divulgazione della cultura digitale, è fondatore e Chief editor di MisterGadget.Tech

Sono arrivati sul mercato da qualche settimana gli auricolari Apple Airpods Pro 2, che rinnovano la proposta più sofisticata dell’azienda nel segmento dei dispositivi true wireless.

Oggi approfondiamo le differenze rispetto alla prima versione di AirPods Proche purtroppo Apple ha deciso di ritirare dal mercato e non saranno più prodotte: è possibile acquistare uno dei dispositivi ancora disponibili nei negozi, ma la produzione è stata interrotta, per lasciare spazio alla nuova versione. Cosa cambia dunque tra AirPods Pro e AirPods Pro 2?

Apple AirPods Pro 2Fonte foto: MisterGadget.Tech

Un piccolo altoparlante che fa la differenza

Sembrano prodotti assolutamente identici, ma ci sono delle innovazioni che fanno la differenza nell’esperienza d’uso quotidiana: la custodia, ad esempio, ha la stessa dimensione, ma in realtà nella parte inferiore c’è un piccolo altoparlante che permette di avere risposte sonore quando si indossano gli auricolari o quando li si mette in carica.

Questo piccolo altoparlante serve anche per ritrovare gli auricolari con l’applicazione Dov’è; alla custodia è stato aggiunto anche il supporto per un laccio di trasporto che permette di tenerlo al collo piuttosto che al polso.

Apple AirPods Pro 2 nuova generazione, modello aggiornato 2022

Apple AirPods Pro 2 nuova generazione, modello aggiornato 2022

Un nuovo cuore pulsante con il processore H2

Andando alla ricerca delle novità di Apple AirPods Pro 2, dobbiamo sottolineare che sono stati modificati alcuni dettagli della struttura: sono stati spostati i microfoni, ma la novità più importante è nascosta all’interno e non si vede: è quella del nuovo processore Apple H2, interamente dedicato all’elaborazione del suono, a cui si affianca un’altra innovazione importante, ovvero il controllo del volume sfiorando i “bastoncini" degli auricolari.

Rimane ovviamente anche il sensore di forza degli auricolari: con una pressione sui “bastoncini" è possibile attivare la soppressione del rumore oppure la modalità trasparenza. Sempre attraverso la pressione su quella zona degli auricolari, si può accendere o spegnere la riproduzione delle canzoni, ma anche rispondere alle telefonate oppure concludere le conversazioni.

Apple AirPods Pro 2Fonte foto: MisterGadget.Tech

Migliora la qualità del suono, ma la soppressione è troppo aggressiva

Grazie al nuovo processore, migliora il suono, ma anche la capacità di elaborare la soppressione del rumore esterno e di gestire la modalità trasparenza. Partiamo dal suono: non c’è un controllo personalizzato dell’equalizzazione, ma la definizione è ottima, con bassi rotondi, che garantiscono un ascolto molto gradevole. Per raggiungere il risultato migliore, è bene effettuare il test di aderenza, grazie al quale si trova la misura ideale dei terminali in silicone.

E’ opportuno approfondire una della novità più importanti, la trasparenza adattiva, capace di ridurre le interferenze ambientali indesiderate. La modalità trasparenza serve per sentire ciò che capita intorno a sé: grazie all’intervento dell’intelligenza artificiale, AirPods Pro 2 possono ridurre i rumori più fastidiosi, ad esempio quelli di un autobus o di un cantiere stradale,  in modo tale da poter sentire i suoni ambientali, senza però dover subire quelli più molesti.

Non tutto è perfetto nel nuovo processore H2 di Apple: dal nostro punto di vista, la soppressione automatica e la cancellazione automatica del rumore sono un po’ troppo aggressive. Questo genera un “effetto tappo" all’interno delle orecchie che non tutti gli utenti gradiranno. Da questo punto di vista, l’uso di AirPods Pro di prima generazione risulta estremamente più gradevole.

Apple Airpods terza generazione, custodia con ricarica wireless

Apple Airpods terza generazione, custodia con ricarica wireless

Migliore autonomia, sia con la soppressione del rumore che senza

Nei nuovi auricolari bluetooth AirPods Pro 2 migliora l’autonomia, che è di 1 ora più lunga. Gli auricolari e la custodia garantiscono 30 ore di funzionamento con una singola ricarica, risultato davvero importante: altra novità sta nella compatibilità con la ricarica wireless anche con l’uso del caricatore di Apple Watch, ovviamente c’è piena compatibilità con il caricatore MagSafe e c’è sempre l’opzione del cavo, con un connettore lightning, quello di iPhone.

Apple AirPods Pro ci sono piaciuti, ma nella nostra lista delle preferenza, Beats Fit Pro, per suono, comodità e. non ultimo per il loro prezzo, rimangono i nostri preferiti.

Apple Airpods Pro di Prima generazione

Apple Airpods Pro di Prima generazione

 

Italiaonline presenta prodotti e servizi che possono essere acquistati online su Amazon e/o su altri e-commerce. In caso di acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Italiaonline potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo: è quindi sempre necessario verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963