Libero
TECH NEWS

Addio a milioni di smartphone a partire da oggi: che succede

Fine del supporto, definitiva e completa, per tutti gli smartphon con Android 4.4 del 2013: sono alcuni milioni nel mondo e diventeranno inutilizzabili

Per alcuni milioni di utenti Android è venuto il momento di cambiare smartphone: Google, infatti, ha ufficializzato la fine del supporto ad Android 4.4 “KitKat” e a tutti gli smartphone che hanno questo sistema operativo, vecchio ormai di ben 10 anni. Per la precisione, Google non solo non supporta più, e non da oggi 1 agosto ma da ben prima, questo sistema operativo ma, in più, gradualmente renderà completamente inutilizzabili tutti gli smartphone che ne sono dotati.

Addio ad Android 4.4 KitKat

Android 4.4 KitKat è la versione del sistema operativo di Google per gli smartphone pubblicata il il 3 settembre 2013, quindi tra poche settimane compirà 10 anni.

Chiaramente Google non può mantenere ulteriormente “vivo” questo sistema operativo, che ormai è decisamente obsoleto esattamente come gli smartphone che ne sono dotati.

Per questo motivo, a partire da oggi 1 agosto 2023, Google ha annunciato che tutti i telefoni con Android 4.4 non riceveranno più aggiornamenti dei Google Play Services, cioè dei servizi di Google necessari a rendere uno smartphone Android quello che tutti si aspettano che sia.

Senza i Play Services, per capirci, è persino impossibile fare il log in al proprio account di Google e, di conseguenza, entrare nel Play Store o in Google Maps.

Questo processo sarà graduale ma, nel giro di poco (certamente entro fine anno) l’utente si troverà con uno smartphone completamente inutilizzabile.

Bisogna cambiare smartphone

Va anche precisato, però, che i telefoni con Android 4.4 non diventano obsoleti oggi: lo sono già da anni. Per la precisione da ottobre 2017, cioè quattro anni dopo il lancio di questa versione di Android, data a partire dalla quale Google ha smesso di pubblicare le patch di sicurezza per questi telefoni, rendendone l’uso molto pericoloso.

A breve, però, questi smartphone diventeranno completamente inutilizzabili e non ci sarà più scelta: andranno sostituiti con dei modelli più nuovi.

Per fortuna di questi telefoni ne restano ormai ben pochi nel mondo: secondo la stessa Google si tratta di meno dell’1% degli utenti Android complessivi. Utenti complessivi che, però, ammontano a oltre 3,5 miliardi a livello globale e, di conseguenza, parliamo di qualche milione di telefoni.