Libero
apple airpower Fonte foto: Apple
APPLE

Apple AirPower: come sarà il tappetino di ricarica wireless multidispositivo

Dopo anni di attesa, si comincia a vedere la luce: il nuovo prodotto di Apple che cambierà il modo di gestire i dispositivi della Mela potrebbe arrivare presto

È una questione che torna ciclicamente a occupare le pagine dei magazine dedicati al mondo della tecnologia e che, in precedenza, si è sempre conclusa negativamente lasciando a bocca asciutta esperti e fan dell’azienda. Eppure, stavolta Apple potrebbe essere davvero sulla buona strada per portre sul mercato un nuovo (o forse vecchio?) e attesissimo dispositivo: di che si tratta?

Ad aprire alla possibilità è stata Bloomberg, attraverso la pubblicazione di un report dedicato al nuovo prodotto di Apple. Secondo Mark Gurman, l’autore della newsletter "Power On" (canale della media company dedicato espressamente al mondo tech), Apple sarebbe al lavoro sull’atteso tappetino di ricarica wireless multi dispositivo di cui si è molto parlato in passato, sebbene poi la questione si sia più volte conclusa con un niente di fatto. Un sistema di ricarica, chiamato AirPower, era stato presentato già nel 2017 in concomitanza del lancio di iPhone 8 e iPhone X, con un lancio inizialmente previsto nel 2019. Dopo quest’ultima occasione, il progetto venne cancellato definitivamente per poi riapparire, in versione non ufficiale, in un video made in China in cui veniva effettuato il cosiddetto "teardown" della componentistica interna all’apparecchio. Ora però, i tempi potrebbero essere definitivamente maturi.

Apple AirPower, come sarà il device?

Seguendo l’idea iniziale, il tappetino funzionerebbe da postazione di ricarica multi dispositivo, ovviamente tutti prodotti dalla Mela morsicata. Per fornire energia, come già anticipato, è previsto l’utilizzo della tecnologia wireless con la quale effettuare il procedimento completo sia tenendo i vari device vicino alla base che posizionandoli a distanze superiori.

Come sottolineato da Gurman, lo strumento differirebbe completamente da MagSafe, utilizzato per la ricarica di iPhone e Apple Watch. A fare la differenza sarebbe l’idea di poter fornire energia ai dispositivi senza doverli materialmente mettere a contatto con la base di ricarica, andando così oltre il metodo induttivo wireless attualmente in uso che, di fatto, richiede sempre un contatto tra dispositivo e supporto.

Apple AirPower, perché è importante?

Allargando le maglie della questione, Gurman lancia anche un’ulteriore teoria che potrebbe trovare un buon riscontro a supporto nel lavoro di sviluppo attualmente in corso. L’obiettivo, secondo l’esperto, sarebbe quello di prevedere in futuro la possibilità di integrare la ricarica inversa su Apple Watch e AirPods.

Si tratterebbe di un ulteriore passo avanti da vero top player per l’azienda guidata da Tim Cook, soprattutto alla luce dei traguardi raggiunti dagli smartwatch dell’azienda. Infatti, secondo gli ultimi dati della società di ricerca e analisi Counterpoint, gli indossabili Apple si sarebbero accaparrati il 21,8% delle vendite di settore, posizionandosi al primo posto nella classifica dei più venduti.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963