Libero
apple m2 chip Fonte foto: Apple
APPLE

Apple M2 è il nuovo potentissimo chip di Cupertino

Insieme ai nuovi MacBook Air e MacBook Pro da 13 pollici Apple ha presentato anche il nuovo chip M2: ecco perché, e quando, è più veloce del SoC M1

Ci siamo talmente tanto abituati all’elevata potenza, e soprattutto efficienza, del SoC Apple M1 presentato il 10 novembre 2020 che, adesso che Apple ha mostrato i nuovi chip M2, non ci impressiona più. Eppure, da dire e da lodare (almeno sulla carta, ma la carta di M1 è diventata poi realtà) ce ne sarebbe parecchio perché Apple M2 è meglio di Apple M1 e non di poco.

Apple non ha fornito molti dettagli tecnici sul suo nuovo chip ed è chiaro che M2 è un M1 molto ottimizzato, ma non è una rivoluzione in senso assoluto. Il processo produttivo, ad esempio, è sempre a 5 nm (e quindi c’è da supporre che anche M2, come M1, sia fisicamente prodotto da TSMC). In linea di massima, però, una cosa è certa: M2, rispetto ad M1, offre più transistor e più memoria, per affrontare senza problemi carichi di lavoro più pesanti. In rapporto all’energia elettrica consumata, ad esempio, la CPU di M2 offre il 18% di performance in più e la GPU addirittura il 35% in più. Resta da capire, però, a che serve questa potenza se già esistono (e vanno benissimo) i chip M1 Pro ed M1 Max.

Apple M2: caratteristiche tecniche

Partendo dai numeri “bruti“, notiamo che Apple dichiara di aver inserito nel SoC M2 ben 20 miliardi di transistor, cioè il 25% in più rispetto ai quasi 15 miliardi di M1. Anche grazie a questi transistor in più la banda della memoria unificata sale a 100 GBps (68 GBps su M1), mentre il quantitativo massimo di memoria che può essere usato con il chip sale a 24 GB (16 GB su M1).

Apple non specifica, ma l’architettura interna dei core di M2 dovrebbe essere diversa da quella dei core di M1: il “vecchio" chip usava core “Firestorm" (quelli usati anche nel chip A14 Bionic di iPhone 12), mentre il nuovo usa i core “Avalanche" (gli stessi del chip Apple A15 Bionic di iPhone 13).

M2, poi, supporta la memoria LPDDR5 mentre M1 si fermava alla LDDR4, più lenta e con consumi energetici superiori.

Apple M2: quando arriva

Il nuovo chip di Apple è già pronto ed è quello usato sui nuovi MacBook Air e MacBook Pro da 13 pollici. Questi due nuovi laptop arriveranno tra poche settimane negli store digitali e fisici, quindi entro poco potremo realmente capire quanto valgono i nuovi chip M2 e come si posizionano rispetto ai chip M1 Pro ed M1 Max dei MacBook da 14 e 16 pollici.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963