Apple Watch Serie 4 VS Serie 5 Fonte foto: 123rf
APPLE

Caratteristiche e differenze di Apple Watch Serie 4 e Serie 5

Le differenze fra Apple Watch Serie 4 e il nuovo Serie 5 non sono molte ma sono importanti: tra tutte dimensione dello schermo, sistema operativo e funzionalità

Con l’uscita dell’Apple Watch Serie 5, l’azienda di Cupertino ha tolto dal mercato la Serie 4, una mossa strategica poiché come vedremo i due dispositivi sono molto simili tra loro. Sebbene siano presenti diverse somiglianze, dal sistema operativo al processore, non mancano però alcune differenze, soprattutto nella tecnologia del display, nelle funzionalità e nelle combinazioni estetiche, compresi nuovi materiali assenti sulle versioni precedenti. Ecco nel dettaglio tutte le differenze tra Apple Watch 4 vs 5.

Dimensioni, peso e materiali

Il primo aspetto da valutare sono le dimensioni, ambito in cui non esiste alcuna differenza tra l’Apple Watch 4 e 5. Sia la Serie 4 che 5, infatti, offrono due versioni, la prima con cassa da 40 mm e superficie del display di 759 mm2, la seconda con struttura più ampia da 44 mm e schermo da 977 mm2. Entrambi sono più grandi rispetto all’Apple Watch Serie 3, che proponeva due modelli con cassa da 38 e 42 millimetri, perciò anche le dimensioni del display sono state aumentate.

Anche il peso è pressoché identico, tuttavia dipende dal tipo di materiali scelti per la scocca. Oltre alle versioni in alluminio e acciaio inossidabile, presenti anche per la Serie 4, l’Apple Watch Serie 5 offre due modelli innovativi, nello specifico in titanio e in ceramica. Quest’ultima era disponibile con la Serie 2 e 3, ma era stata rimossa con l’Apple Watch Serie 4, per poi ritornare con l’ultimo aggiornamento. Complessivamente il più leggero è quello in titanio, mentre il dispositivo con cassa in ceramica è di circa 6 grammi più pesante.

Colori e combinazioni

Per quanto riguarda il design con il Watch Serie 5 Apple ha fatto notevoli passi in avanti, proponendo sul mercato un apparecchio veramente moderno e accattivante. Rispetto alla Serie 4 le novità stilistiche sono tante, a cominciare come abbiamo visto dalle opzioni con struttura in ceramica e in titanio, assenti sulla Serie 4. Oltre alle combinazioni classiche del modello precedente, sull’Apple Watch Serie 5 sono presenti anche delle varianti innovative.

Tra le opzioni più interessanti troviamo le eleganti versioni Hermès, con single o double tour e cassa in acciaio inossidabile, tuttavia la vera novità sono le edizioni con scocca in ceramica bianca o in titanio e cinturino Sport Loop, quest’ultima disponibile anche in nero siderale. Anche la gamma dei cinturini è stata ampliata, infatti adesso l’Apple Watch Serie 5 prevede le opzioni Sport, Sport Loop, Nike Sport, Nike Sport Loop, in pelle con chiusura magnetica o in pelle lavorata a mano Hermès, mantenendo anche il tradizionale cinturino in acciaio inossidabile.

Display

Le vere differenze tra Apple Watch 4 vs 5 cominciano con il display. La Serie 4 proponeva infatti uno schermo Retina OLED LTPO con Force Touch, con luminosità fino a 1.000 nit, mentre la Serie 5 mette a disposizione un display Retina always-on. Si tratta di un sistema che lascia lo schermo sempre acceso, mentre nel modello precedente si spegne automaticamente, attivandosi soltanto quando si alza il polso per guardare il monitor del quadrante.

Adesso invece il display rimane attivato per fornire una maggiore reattività, con due livelli differenti di luminosità per non incidere eccessivamente sui consumi e l’autonomia. Durante il funzionamento normale lo schermo rimane a bassa intensità luminosa, in questo modo si può guardare l’ora oppure controllare eventuali messaggi in maniera efficiente, mentre se bisogna effettuare delle operazioni differenti lo schermo diventa più luminoso, accendendosi da solo per garantire il massimo della visibilità.

Processore e sistema operativo

Analizzando il processore l’Apple Watch 5 non offre delle innovazioni tecniche importanti, proponendo il nuovo S5 dual core a 64 bit, fino a due volte più veloce del processore S3 montato sulla Serie 3. Quello presente sull’Apple Watch 4 era invece l’S4, piuttosto simile, anch’esso dual core a 64 bit, tuttavia l’S5 garantisce prestazioni leggermente più ottimali rispetto alla versione precedente. Entrambi sono dotati del chipset wireless Apple W3.

Lo stesso vale per il sistema operativo, infatti l’Apple Watch 5 monta il nuovo watchOS 6, mentre di fabbrica sulla Serie 4 è presente la versione watchOS 5. Tuttavia è possibile aggiornare gratuitamente il sistema passando a quella successiva, inoltre le due opzioni non mostrano differenze sostanziali. Sull’ultimo dispositivo è invece stata migliorata la memoria disponibile, poiché la Serie 4 dispone di una memoria da 16GB, mentre l’Apple Watch 5 arriva fino a 32GB.

Connettività

Nessuna differenza rilevante anche per quanto riguarda la connettività, poiché entrambi i modelli di Apple Watch presentano le medesime caratteristiche. Tutti e due i dispositivi offrono la tecnologia Bluetooth 5.0, il modulo Wi-Fi 802.11 b/g/n fino a 2,4 GHz, il modello con GPS più Cellular e i supporti LTE e UMTS. Sono inoltre dotati della funzionalità GPS, Glonass, Galileo e QZSS. Dalla Serie 3 non state introdotte novità, dunque, ad eccezione del Bluetooth che sull’Apple Watch 3 era rimasto alla versione 4.2.

Funzionalità

Nella sfida delle differenze tra Apple Watch 4 vs 5 le funzionalità non giocano un ruolo fondamentale, infatti la Serie 5 conferma tutte le novità tecnologiche della Serie 4, come il rilevamento dei battiti cardiaci tramite sistema ECG, il sensore di caduta, il giroscopio e l’accelerometro. Sull’ultimo modello è stata migliorata però la funzionalità di emergenza, per chiamare i soccorsi tramite telefonata SOS, ora funzionante in quasi tutti i paesi del mondo (circa 150), sia con un iPhone collegato all’Apple Watch che in maniera autonoma.

Novità assoluta è l’integrazione della bussola digitale, assente sulla Serie 4. Altre opzioni sono invece identiche, come l’accelerometro fino a 32 g, il sensore di luce ambientale per il risparmio energetico, l’altimetro barometrico e la resistenza all’acqua, poiché entrambi supportano fino a una profondità di 50 metri. Naturalmente non vanno bene per le immersioni prolungate, allo stesso tempo si possono usare per nuotare in piscina o in mare, evitando però l’esposizione prolungata all’acqua.

Alimentazione

Nessuna differenza per l’alimentazione, quindi è stata mantenuta anche sull’Apple Watch 5 il sistema con batteria agli ioni di litio, in grado di garantire un’autonomia massima fino a 18 ore. Tutti e due presentano la il cavo magnetico per la ricarica wireless e l’alimentatore con porta USB. L’innovazione presente sulla Serie 5 interessa il display, in cui è stata integrata la tecnologia dello schermo LTPO (Low Temperature Polycrystalline Oxide), la quale rispetto a un OLED tradizionale assicura una migliore efficienza energetica, grazie alla selezione automatica delle bande di frequenza.

Prezzo

Passiamo ora al costo d’acquisto, un aspetto che per forza di cose propone una certa differenza tra l’Apple Watch 4 e 5. Il prezzo dell’Apple Watch Serie 5 è a partire da 459 euro, per il modello base. La Serie 4 non è più disponibile sul sito ufficiale dell’azienda di Cupertino, che per scelte di marketing ha deciso di mantenere soltanto il 5 e il 3. Tuttavia è possibile comprare il dispositivo su siti web ed e-commerce come Amazon, con un prezzo per l’Apple Watch 4 da 380 euro in su, in base al modello e alla configurazione.

Sicuramente è molto meno cara la Serie 3, con un costo di partenza di appena 239 euro, allo stesso tempo si tratta ormai di un apparecchio leggermente datato rispetto ai nuovi device. Il prezzo dell’Apple Watch 5 sale notevolmente scegliendo delle varianti più esclusive, infatti sono previsti 759 euro per la versione con cassa in acciaio inossidabile e cinturino Sport, 809 euro con cinturino in maglia milanese, 859 euro per il modello in titanio, fino ad arrivare a 1.519 euro per l’Apple Watch Hermès, con cassa in acciaio inox e cinturino Double Tour in pelle.

Apple Watch Serie 4 vs 5: quale conviene davvero?

Come abbiamo visto le differenze tra l’Apple Watch 4 e 5 sono veramente minime, probabilmente è per questo motivo che l’azienda ha deciso di togliere la Serie 4 dal mercato, lasciando l’alternativa tra la versione 5 e la 3. Quasi sicuramente anche per la Apple i due dispositivi erano troppo simili, infatti analizzandoli nel dettaglio non emergono differenze sostanziali, anzi sembra quasi che sia stato realizzato un semplice restyling.

La vera grande novità è il display Retina always-on, il quale da solo non giustifica l’uscita di una nuova versione, sebbene si tratti di un sistema molto apprezzato, efficiente e piuttosto atteso dagli utenti. Da sottolineare poi la presenza della bussola digitale, oltre ai materiali come la ceramica e il titanio, ai nuovi cinturini e a una maggiore scelta di combinazioni stilistiche, tra cui le opzioni Nike Sport e Hermès per chi desidera acquistare un dispositivo veramente esclusivo.

Nel complesso l’Apple Watch Serie 5 è un eccellente smartwatch, moderno e funzionale, con il quale grazie all’introduzione del display always-on la navigazione e l’utilizzo delle funzionalità sono molto più piacevoli e ottimizzate. Per concludere, vista la vicinanza di prezzo conviene optare per questo modello invece dell’Apple Watch Serie 4, soprattutto se si passa da un device più vecchio come la Serie 2 o 3, oppure se si tratta del primo Apple Watch da comprare.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963