Libero
SCIENZA

È in arrivo un nuovo sciame di stelle cadenti: ecco quando e dove vederle

Ci stiamo avvicinando all'ultimo sciame meteorico dell'anno, uno spettacolo davvero unico e sorprendente: ecco quando e dove poterlo ammirare nel cielo.

Le stelle cadenti sono forse lo spettacolo più affascinante che il cielo sa regalarci: famose sono quelle della notte di San Lorenzo, che cade in piena estate e spinge milioni di curiosi in tutto il mondo ad alzare gli occhi verso la volta celeste, alla ricerca di qualche scia luminosa improvvisa. Ora stiamo per assistere all’ultimo sciame meteorico dell’anno, quello provocato dal passaggio delle Geminidi. Scopriamo qualcosa in più.

Che cosa sono le Geminidi

Tra i tanti eventi astronomici che hanno caratterizzato questo 2023 ormai quasi giunto al termine, spiccano senza dubbio le Geminidi. L’ultimo sciame meteorico dell’anno sta per giungere nei pressi del nostro pianeta, regalandoci uno spettacolo davvero suggestivo. Ma di cosa si tratta? La pioggia di meteoriti di dicembre è l’unica ad essere causata non da una cometa, bensì da un asteroide: si chiama 3200 Phaethon, e ogni anno illumina i nostri cieli con frammenti di roccia spaziale che entrano in contatto con l’atmosfera terrestre, bruciando in una scia luminosa.

Le Geminidi, seppur non troppo veloci, sono tuttavia molto numerose: secondo gli esperti, nel momento del loro picco è possibile – con un pizzico di fortuna – avere fino a 150 stelle cadenti all’ora che sfrecciano nel cielo notturno. Proprio per questo motivo sono paragonabili, almeno per intensità del fenomeno, alle famosissime Perseidi di metà agosto. A renderle meno note è il fatto che, a causa delle condizioni meteorologiche, non sono in molti ad affrontare le rigide notti dicembrine all’aperto per cercare di avvistare qualche stella cadente.

Quando e dove ammirare le stelle cadenti

Con l’avvicinarsi del Natale, torna l’appuntamento “stellare” con le Geminidi: il picco, quest’anno, è previsto nella notte tra mercoledì 13 e giovedì 14 dicembre 2023. Secondo gli astronomi, il momento migliore per ammirare il fenomeno è attorno alle 2:00 del mattino, anche se le prime stelle cadenti dovrebbero essere visibili già dalle 22:00 della sera prima. Verso quale direzione dovremmo guardare, per cercare le scie luminose delle Geminidi? Lo sciame meteorico sembra originare dalla costellazione dei Gemelli, che nella notte tra il 13 e il 14 dicembre sarà in direzione sud-ovest, piuttosto in alto nel cielo.

Tuttavia, non c’è un punto preciso da tenere sotto controllo per poter ammirare le stelle cadenti, che sono in grado di attraversare un ampio tratto della volta celeste. Quest’anno, siamo particolarmente fortunati: la Luna Nuova cade infatti proprio il 13 dicembre, quindi nel corso della notte non ci sarà alcuna interferenza dovuta alla luce lunare. Il cielo sarà completamente scuro, motivo per cui sarà molto più facile poter osservare il passaggio dello sciame meteorico. La NASA, come ogni anno, offre alcuni preziosi consigli per chi si appresta a godersi lo spettacolo.

Come prima cosa, è fondamentale cercare un luogo in cui l’inquinamento luminoso sia ridotto al minimo. Bisogna inoltre trascorrere almeno mezz’ora all’aria aperta, quindi non dobbiamo dimenticare di coprirci bene per proteggerci dal freddo. Telescopi e binocoli, che in altre occasioni si rivelano estremamente utili, per gli sciami meteorici possono essere addirittura d’ostacolo: ci “costringono” infatti ad osservare da vicino solo una piccola porzione di cielo, e nel frattempo potremmo perderci il vero spettacolo. Infine, meglio evitare di guardare il telefono o qualsiasi altra fonte di luce bianca, che riduce notevolmente la visione notturna.