cos'è la bici elettrica pieghevole Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

Caratteristiche e vantaggi della bici elettrica pieghevole

Cos'è la bici elettrica pieghevole, i suoi pro e i contro, da chi viene usata, come scegliere la migliore, quanto costa e come si esprime la legge a riguardo.

La bici elettrica pieghevole è un mezzo di trasporto sempre più usato, non solo nelle grandi città. Sostenibile, comoda e semplice da utilizzare, consente di spostarsi agilmente e ovunque con grande facilità. Non è un caso, dopo aver conquistato i paesi europei, è approdata anche in Italia, ottenendo da subito un enorme successo.

Sono sempre più le persone che, da Milano a Roma, scelgono di spostarsi con una bici elettrica pieghevole per andare al lavoro, ma anche quando sono in vacanza. Si è iniziato a parlare di e-bike sin dagli anni Novanta, ma solo negli anni Duemila le aziende hanno iniziato a sviluppare nuovi modelli, creando batterie di lunga durata e rendendo i mezzi molto più performanti. Da quella biammortizzata a quella superleggera: c’è solo l’imbarazzo della scelta. Il risultato sono bici ottime in qualsiasi occasione e perfette da portare con sé ovunque.

Qual è la differenza fra una e-bike e una normale bicicletta? La bici elettrica assomiglia a quella "classica", in più ha però un motore che assiste il ciclista nella pedalata. Non a caso viene denominata "bici a pedalata assistita". I vantaggi sono molti. Prima di tutto si fa molta meno fatica in salita e si possono affrontare senza pensieri percorsi anche molto lunghi. La velocità non supera il limite di 25 km orari, per questo non si può paragonare a un ciclomotore elettrico oppure a un motorino. I modelli pieghevoli hanno infine una marcia in più: si possono infatti ridurre grazie a un semplice meccanismo e trasportare agilmente sui mezzi pubblici o in auto.

Cos’è la bici elettrica pieghevole

Il mercato delle e-bike è in continua espansione. Fra i modelli più richiesti c’è senza dubbio la bici elettrica pieghevole. Questa tipologia è nata per soddisfare le esigenze di tantissime persone che vivono in città e utilizzano anche bus o treni per spostarsi da una parte all’altra. Il modello è molto simile a una city bike, con un telaio pieghevole che consente di portarla in giro e richiede pochissimo spazio. Si può parcheggiare ovunque, anche dentro casa, e occupa pochissimo spazio.

Bici elettrica pieghevole, a chi serve

La bici elettrica pieghevole viene utilizzata soprattutto da chi vive in città e sceglie l’e-bike come mezzo di trasporto per raggiungere la sede di lavoro o per muoversi con facilità, evitando il traffico e i problemi legati al parcheggio. Il fatto che il mezzo sia pieghevole permette una maneggevolezza unica ed è facile tenerla sui mezzi pubblici, in ufficio e in appartamento.

Caratteristiche e vantaggi della bici elettrica pieghevole

Quali sono le caratteristiche di una bici elettrica pieghevole? Per prima cosa è molto facile da trasportare perché il suo peso non è elevato. Il mezzo è stato studiato per portarlo in giro, una volta piegato, senza fatica. L’elemento centrale di queste e-bike, non a caso, è il telaio, che è stato studiato in ogni suo dettaglio per potersi richiudere agilmente. I materiali scelti per la fabbricazione sono resistenti e ultra leggeri, come l’alluminio o il carbonio. Più il prezzo sale, minore sarà il peso della bici e migliori le performance, grazie a materiali specifici e performanti. Un’altra particolarità che pochi conoscono è il diametro delle ruote delle bici che è inferiore rispetto a quello di una normale bicicletta. Di solito il diametro minimo consigliato per le ruote è di 20 centimetri in questo modo sarà possibile avere la massima stabilità durante la pedalata, ma il peso del mezzo non sarà mai troppo elevato. Infine non dimentichiamo il motore elettrico che si trova proprio sotto il sellino, posteriore o centrale. La batteria il più delle volte, proprio per garantire una buona dose di leggerezza, non è altamente performante.

Bici elettrica pieghevole: vantaggi

La bici elettrica pieghevole garantisce moltissimi vantaggi ed è un mezzo perfetto per chi vuole spostarsi velocemente in città. Consigliato per chi lavora in ufficio o per gli studenti che devono raggiungere l’Università, l’e-bike pieghevole si può trasportare ovunque. Il telaio è ultra leggero, si può piegare in qualsiasi momento e consentire un trasporto perfetto senza nessun problema. Una volta chiuso il mezzo non occupa molto spazio. Ciò significa che la bici si può portare a casa o in ufficio senza doverla lasciare per strada con il rischio che qualcuno possa rubarla. Sul mercato oggi esistono modelli di bici elettriche pieghevoli di ultima generazione con dimensioni minime e una leggerezza straordinaria. Un altro vantaggio è rappresentato dalla pedalata assistita che permette di raggiungere qualsiasi destinazione senza troppi sforzi e in meno tempo, risparmiando tempo e denaro.

Bici elettrica pieghevole: svantaggi

Di fronte a tanti vantaggi è lecito chiedersi quali siano gli svantaggi di una bici elettrica pieghevole. Il primo riguarda senza dubbio le ruote che sono molto più piccole rispetto alle e-bike normali. Ciò comporta una minore stabilità e, di conseguenza, la necessità di prestare maggiore attenzione quando si è in movimento. Un altro punto debole è rappresentato dalla resistenza: queste bici non sono state progettate per andare fuori strada, risultano perciò più "fragili" in alcuni percorsi. In alternativa è possibile scegliere le MTB elettriche e le fat bike, studiate appositamente per viaggiare lontano dalle strade. Infine, a seconda dei modelli, è possibile che sia necessario rimuovere alcune parti della bicicletta per ripiegarla. In questi casi il trasporto può diventare un po’ più scomodo e di certo meno pratico.

Bici elettrica pieghevole quanto costa

Quanto costa una bicicletta elettrica pieghevole? I prezzi variano a seconda del modello che si sceglie con varie fasce di prezzo. Di solito per comprare una e-bike di questo tipo si può spendere una cifra che va dagli 800 sino ai 2 mila euro. Sul mercato esistono inoltre modelli ancora più cari in grado di soddisfare anche i ciclisti più esigenti. Fra le caratteristiche che incidono sul prezzo c’è la batteria che si sceglie di montare. Una bici elettrica pieghevole con batteria da 500w, ad esempio, possiede una autonomia di circa 50 km, ma un costo maggiore rispetto a modelli che hanno una batteria con potenza inferiore. Di certo questo mezzo è una interessante alternativa per muoversi in città in modo comodo e veloce, oltre che sostenibile. Perfetto per chi vuole spostarsi con facilità senza dover lasciare la bici in strada con catene e lucchetti. Basterà richiuderla per trasportarla con sé!

Come scegliere la migliore bicicletta elettrica: modelli e prezzi

Sul mercato esistono numerose bici elettriche con caratteristiche molto diverse. Fra i fattori da tenere in considerazione ci sono prima di tutto l’autonomia, il peso della batteria, meglio se rimovibile, e quello della e-bike. Va inoltre valutata la modalità di assistenza alla pedalata, che può essere personalizzabile e molteplice, e il computer di bordo. I modelli migliori da scegliere? Quelli con ampio display, informazioni complete sull’autonomia residua della batteria e i chilometri percorsi.

Fra i modelli più interessanti c’è la fat bike elettrica. Si tratta di una mountain bike con freni a disco idraulici e ruote fat meglio se da 26". La batteria ha un’autonomia fino a 55 km, un cambio a 7 velocità, diversi livelli di pedalata assistita, telaio in alluminio e forcella ammortizzata. Tra le soluzioni low cost per una bicicletta elettrica pieghevole troviamo quella con ruote da 14". Offre una autonomia fino a 20 chilometri, un peso di 19 Kg, una batteria da 36V-6 Ah e display LCD. Non mancano inoltre luci a la luce LED verticale anteriore e doppio freno a disco.

Per la città meglio scegliere un modello elegante con pedalata assistita, forcella ammortizzata e ruote da 28". La batteria dovrebbe avere una autonomia sino a 90 km, con un cambio a 7 velocità. A chiudere la lista dei modelli migliori di bici elettrica pieghevole, troviamo AMDirect, una bici elettrica pieghevole con ruote da 26" e una autonomia fino a 50 km. La batteria è removibile e i freni a disco. Completano l’equipaggiamento i parafanghi anteriori e posteriori oltre a un pratico portapacchi.

Bici elettrica pieghevole: cosa dice la legge

Infine dal punto di vista legislativo è importante sottolineare che la bicicletta elettrica pieghevole è equiparata a una tradizionale bici. Ha quindi la possibilità di percorrere le piste ciclabili e le zone a traffico limitato. Inoltre per il Codice della Strada il motore elettrico non deve mai superare una potenza di 250 Watt, mentre l’assistenza elettrica deve sempre essere subordinata alla pedalata e deve necessariamente disattivarsi una volta che vengono superati i 25 km/h di velocità.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963