Blackbird - l’ultimo abbraccio Fonte foto: Sky
TV PLAY

Blackbird, l'ultimo abbraccio: il film in prima assoluta su Sky

Lunedì 26 luglio sarà in onda Blackbird su Sky cinema uno e in streaming su NOW il film sull’eutanasia, amore e vita: da non perdere.

Blackbird – l’ultimo abbraccio va in onda in prima assoluta su Sky Cinema Uno e in streaming sulla piattaforma NOW lunedì 26 luglio. La regia di è di Robert Michell che da vita all’intenso remake del film danese Silent Heart del 2014.

Blackbird – l’ultimo abbraccio racconta la storia di una famiglia. La pellicola abbraccia tre generazioni, travolte dalla decisione di una madre che sceglie di togliersi la vita con il suicidio assistito dopo aver ricevuto la diagnosi di SLA, Sclerosi Laterale Amiotrofica. Nel cast due magnetiche attrici Susan Sarandon che interpreta Lily, la madre e Kate Winslet che da il volto a Jennifer la figlia maggiore. Grazia a Extra il programma di fidelizzazione di Sky, gli abbonati da più di tre anni potranno vedere Blackbird – l’ultimo abbraccio in anteprima on demand nell’apposita sezione.

La trama di Blackbird l’ultimo abbraccio

Il film racconta dell’ultimo fine settimana che Lily va a trascorrere con il marito nella casa di campagna della famiglia. Sebbene abbia una mobilità notevolmente ridotta dall’evoluzione della sua malattia, le hanno diagnosticato la SLA, Lily, interpretata da Susan Sarandon è una donna che non rinuncia a badare a sé stessa. Lily e il marito Paul, interpretato da Sam Neill, sperano di trascorrere una serena giornata, ma il clima inizia a degenerare pian piano che arrivano gli ospiti.

Paul, accetta la scelta di Lily di togliersi la vita, ma le figlie non riescono proprio a comprendere il profondo gesto della madre e per questo cercheranno un confronto continuo con lei. Kate Winslet interpreta la figlia maggiore, sposata con un brav’uomo, con un figlio adolescente è la normale di casa. In contrapposizione abbiamo Mia Wasikowska, che da il volto alla figlia minore, Anna. Lesbica e poco stabile a livello emotivo è la pecora nera della famiglia. Anna nel passato ha tentato il suicidio ed è alla costante ricerca del suo equilibrio.

A questo intenso fine settimana partecipa anche Liz, la migliore amica di Lily, che è custode di un segreto che stravolgerà un po’ il fine settimana dell’addio.

La scelta del regista

Il personaggio interpretato da Susan Sarandon è sicuramente il più carico emotivamente, dotato di un’ironia pungente che aiuta a smorzare i toni del fine settimana, dove gioie e vecchi rancori riemergono nella tensione della difficile scelta di addio di Lily.

Il regista ha saputo far emergere in Blackbird – l’ultimo abbraccio il forte senso di condivisione della famiglia. Alcune scene narrate sono forti e delicate nello stesso momento. Il viaggio della fede di Lily che arriva al marito o il passaggio di mano in mano del bicchiere, contenente il farmaco letale, è commovente e coinvolgente. Difficile rimanere inermi. Una scelta azzeccata quella di Michell che con questa attenzione ai piccoli gesti riesce a dare più respiro alla famiglia di Lily e a lei, davanti a questo profondo dolore. Un film, mai banale che riesce ad affrontare il tema dell’eutanasia senza la solita retorica.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963