HOW TO

Bonus bici, addio all'app: ecco come richiedere i soldi

Per richiedere i 500 euro del bonus bici 2020 il Ministero dell'Ambiente sta preparando un form online dove inserire i documenti necessari. Ecco come funziona

Il Bonus Bici 2020 è atteso oramai da molti mesi (il DL Rilancio è stato presentato a metà maggio) e ora finalmente sembra che l’iter per richiedere i rimborsi sia finalmente pronto. Come riportato dal sito web Open, che ha ottenuto informazioni da fonti interne al Ministero dell’Ambiente, la modalità per ottenere i soldi sarebbe cambiata nelle ultime settimane. Fino a poco tempo fa era praticamente certo il lancio di un’app dove gli utenti avrebbero potuto caricare i loro dati con la fattura o lo scontrino parlante.

Ora non sarà più così. Il Ministero dell’Ambiente sembra aver abbandonato l’idea dell’app e molto semplicemente gli utenti dovranno compilare un form online, caricando la fattura e inserendo i dati del proprio codice IBAN. Nel giro di 10-15 giorni la somma verrà addebitata sul conto corrente della persona. Un sistema sicuramente più veloce e immediato dell’app, ma che dovrà reggere all’enorme quantità di domande che potrebbe arrivare nelle prime ore quando verrà messo online. I server potrebbero non reggere e la piattaforma andare down. Il bonus bici 2020 potrà essere richiesto da settembre, anche se al momento ancora non si sa il giorno preciso.

Come richiedere il Bonus bici 2020 sul sito del Ministero dell’Ambiente

Al posto dell’applicazione verrà creata sul sito del Ministero dell’Ambiente una sezione ad hoc dedicata al Bonus bici 2020. I cittadini potranno collegarsi al sito, riempire il form, caricare i documenti necessari e inserire il codice IBAN. Il rimborso verrà effettuato entro 10-15 giorni dalla presentazione della domanda.

Il Ministero dell’Ambiente ha anche predisposto un countdown con i soldi ancora a disposizione per chiedere il rimborso. I fondi sono pari a 210 milioni di euro e secondo le stime effettuate non dovrebbero bastare per tutti. I cittadini potranno continuare a richiedere il rimborso anche se i soldi sono finiti: sono previsti nuovi fondi con la nuova legge di bilancio.

Quali documenti sono necessari per il Bonus mobilità 2020

Per ottenere il rimborso è necessario caricare alcuni documenti che attestino l’acquisto di uno dei mezzi sostenibili compatibili con il bonus.

Il cittadino deve caricare la fattura dell’acquisto o lo scontrino parlante e inserire il codice IBAN del conto corrente dove verrà accreditato il rimborso.

Quando sarà disponibile la piattaforma del Ministero dell’Ambiente

Secondo quanto riportato dal sito online Open, il form online sul sito del Ministero dell’Ambiente sarà disponibile dal mese di settembre. In questi giorni il Bonus bici dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale e poi il Governo ha 60 giorni per rendere operativa la piattaforma online. Molto probabilmente basteranno poche settimane dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per chiedere il rimborso.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963