HOW TO

Come avere il Cashback pagando con una app per smartphone

Cashback di Stato: ancora nessuna notizia sull'abilitazione di Google Pay e Apple Pay, ma nel frattempo si può usare un'altra app.

Tra i maggiori limiti del programma Cashback di Stato c’è senza dubbio il fatto che non vengono registrati tra le transazioni valide i pagamenti effettuati tramite le app Google Pay, Apple Pay, Samsung Pay e simili, neanche se all’interno di queste app abbiamo inserito carte di pagamento abilitate su IO. Con l’ultima versione dell’app dei servizi pubblici, però, qualcosa è cambiato.

Con gli aggiornamenti del 18 e 19 gennaio delle app IO per Android e iOS (rispettivamente alla versione 1.18.0.3 e alla 1.18.0), infatti, ora è possibile inserire tra i metodi di pagamento anche l’app BANCOMAT Pay. Si tratta di una notizia importante, perché le carte che possono essere associate a questa app (che è l’app ufficiale di Bancomat Spa) sono veramente moltissime. L’app non è al momento molto diffusa, perché la maggior parte degli utenti preferisce inserire la sua carta Bancomat all’interno di Google Pay o altre app famose, ma è prevedibile che l’abilitazione al Cashback porti ad una forte crescita dei download di questa app. Anche perché, nel frattempo, su una possibile abilitazione di Apple Pay, Samsung Pay o Google Pay non se ne sa nulla. Ricordiamo che, fino a prima dell’ultimo aggiornamento di IO, l’unico modo per partecipare al Cashback di Stato usando una app di pagamento era Satispay.

Come abilitare BANCOMAT Pay al Cashback

Per abilitare BANCOMAT Pay al Cashback di stato è necessario, innanzitutto, aggiornare l’app IO all’ultima versione disponibile: la 1.18.0.3 del 18 gennaio per Android e la 1.18.0 del 19 gennaio per iOS. Con l’app aggiornata possiamo andare nella sezione “Portafogli" e poi andare su Aggiungi/Metodo di pagamento/App e strumenti di pagamento digitali e qui troveremo BANCOMAT Pay.

Basterà selezionarla ed eseguire la procedura per abbinare il proprio account BANCOMAT Pay all’app IO, per poi aspettare il giorno successivo per fare acquisti.

Chi può usare BANCOMAT Pay

La cosa negativa dell’app BANCOMAT Pay è che ha pochissimi utenti: sul Play Store si contano circa 100.000 download. La cosa positiva è che a poterla installare e usare sono in realtà moltissimi utenti, perché è possibile associare all’app le carte Bancomat emesse da ben 20 banche:

  • Banca di Asti
  • Banca Carige
  • Banca Cesare Ponti (Gruppo Carige)
  • Banca del Monte di Lucca (Gruppo Carige)
  • Banca Mediolanum
  • Banca Popolare di Bari
  • Banca Popolare di Sondrio
  • Banca Widiba
  • Banco BPM
  • Banco Desio
  • Biver Banca
  • Cassa di Risparmio di Orvieto
  • Cassa di Risparmio di San Marino
  • Cassa di Sovvenzioni e Risparmio
  • CityPoste Payment
  • Crédit Agricole
  • Gruppo Cassa Centrale
  • Gruppo Raiffeisen
  • Monte Paschi di Siena
  • Sparkasse

Altre sei banche, invece, permettono di associare il proprio account BANCOMAT Pay alle rispettive app proprietarie:

  • BNL
  • Hello Bank!
  • Intesa SanPaolo
  • Intesa SanPaolo Private Banking
  • Ubi Banca
  • UniCredit

E’ chiaro, quindi, che i potenziali utenti di BANCOMAT Pay sono moltissimi e ognuno di loro, se vuole, adesso può usarla per fare pagamenti con lo smartphone e vederseli aggiunti alla lista delle transazioni valide ai fini del Cashback semestrale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963