herbert kleber Fonte foto: Redazione
SMART EVOLUTION

Chi era Herbert Kleber, il Doodle di Google del 1 ottobre 2019

Psichiatra e tra i maggiori esperti mondiali di cura delle tossicodipendenze, è stato autore di centinaia e centinaia di paper sull'argomento

1 Ottobre 2019 - Dopo la serie di Doodle dedicati alle donne, oggi la home page di Google è dedicata a Herbert Kleber, laureato in psichiatria e professore presso l’Università di Yale, dove ha fondato e diretto l’Unità di dipendenza dalle droghe. E proprio i suoi studi sulla dipendenza da sostenze stupefacenti gli ha consentito di ottenere fama a livello mondiale, affermandosi come uno dei maggiori esperti nella cura di pazienti tossicodipendenti.

La scelta di dedicargli un Doodle proprio il 1° ottobre, poi, non è affatto casuale. Esattamente 23 anni fa, in questo giorno, Herbert Kleber veniva eletto nella National Academy of Medicine (Accademia nazionale di medicina, in italiano), organizzazione no-profit e non governativa composta dalle maggiori autorità mediche degli Stati Uniti.

Chi era Herber Kleber, Doodle di Google del 1 ottobre

Nato il 19 giugno 1934, la carriera medica di Herbert Kleber ha una svolta nel 1964, anno in cui inizia la sua attività volontaria all’interno del Servizio sanitario pubblico statunitense. Il dottor Kleber prese servizio presso un ospedale carcerario a Lexington, nello stato del Kentucky, dove migliaia di detenuti venivano curati per problemi legati alla dipendenza da sostanze stupefacenti.

Qui il giovane psichiatra poté notare che la stragrande maggioranza dei pazienti aveva delle ricadute dopo essere stati dichiarati guariti e, dunque, dimessi. Kleber studiò e mise a punto un nuovo approccio, medico e scientifico, alla cura delle dipendenze da droghe, “testandolo” sui detenuti del carcere dove lavorava. L’approccio di Kleber era completamente differente rispetto a quello messo in atto dai suoi predecessori. I detenuti venivano ospitati presso strutture apposite, dove il loro percorso terapeutico era costantemente seguito da personale medico.

I risultati ottenuti nella comunità del carcere gli permisero di ottenere una cattedra a Yale dove, nel 1968, fonda e dirige l’Unità di dipendenza dalle droghe. Nel 1989 viene nominato vicedirettore per la riduzione della domanda presso l’Ufficio della politica nazionale di controllo della droga. Nel 1992 fonda, insieme alla moglia, la Divisione sull’Abuso delle Sostanze stupefacenti presso la Columbia University.

Muore il 5 ottobre 2018.