Libero
HOW TO

Come bloccare gli SMS truffa sul proprio smartphone: i trucchi

La tecnica dello smishing è sempre più frequente: si ricevono SMS-truffa e per errore si clicca sul link presente nel testo. Ecco come difendersi e bloccare gli SMS truffa

truffe sms Fonte foto: Shutterstock

Di truffe telefoniche ne esistono a decine. Quelle ultimamente più diffuse rientrano nella categoria dello “smishing“, cioè il phishing via SMS: riceviamo un messaggio di testo, con dentro un link che ci porta ad un sito pericoloso. Oppure ci chiedono di rispondere all’SMS e, se lo facciamo, ci attivano servizi a pagamento.

I numeri dello smishing sono in costante crescita e, nonostante non si tratti di una truffa affatto sofisticata, in molti ci cascano. Tentare la truffa via SMS, d’altronde, costa pochissimo e questa attività viene gestita in modo altamente automatizzato.

Capita, così, di ricevere decine di SMS truffa ogni mese se per caso abbiamo lasciato il nostro numero telefonico nel posto sbagliato. Anche se non cadiamo nella truffa, quindi, questi SMS possono diventare molto fastidiosi anche perché, essendo inviati in modo automatico, possiamo riceverli a qualsiasi ora del giorno o della notte.

Ecco cosa si rischia se cadiamo nella trappola e come bloccare gli SMS truffa.

SMS truffa: cosa si rischia

Gli SMS truffa possono avere obiettivi diversi. In alcuni casi, si tratta di casi di phishing che puntano a convincere gli utenti a comunicare la password di un account, i dati della carta di pagamento o altri dati bancari.

Ci sono poi veri e propri casi di spam, in cui chi ha inviato il messaggio punta a convincere l’utente ad attivare servizi, in modo più o meno consapevole. Questo sistema può, quindi, essere utilizzato in molti modi e causare vari danni agli utenti.

I rischi principali sono legati ai danni economici derivanti dalla sottrazione dei dati della carta oppure dall’attivazione di servizi non richiesti. C’è anche il rischio di sottrazione dei dati personali e di dover fare i conti con i fastidi legati allo spam.

Gli SMS sono diventati un canale molto utilizzato per difendersi dalle truffe. Per questo motivo, diventa fondamentale, al fine di evitare qualsiasi rischio, diffidare sempre dai messaggi in arrivo da numeri sconosciuti. Bisogna ricordare, inoltre, che aziende e istituzioni usano molto raramente gli SMS per inviare comunicazioni.

Come bloccare gli SMS truffa

Ci sono vari trucchi e strategie utili a bloccare gli SMS truffa. Bastano pochi accorgimenti per evitare i tentativi di raggiro e lo spam tramite SMS. Ecco alcuni consigli utili da mettere in pratica:

Non aprire mai i link nei messaggi

La prima cosa per difendersi dagli SMS truffa è non aprire alcun link ricevuto via messaggio. La maggior parte degli SMS truffa, infatti, include un link verso un sito web malevole, spesso creato con il solo scopo di rubare dati (della carta di credito, dei propri account) dell’utente. Evitare di premere sui link inclusi in questi SMS permette, molto spesso, di evitare il tentativo di truffa.

Chiedere chiarimenti all’azienda citata nel messaggio

Allo stesso modo non dobbiamo mai rispondere all’SMS con un altro SMS, anche se ci viene richiesto di farlo. Prima di fare entrambe le cose, infatti, è bene informarsi prima, tramite Internet o tramite supporto clienti se effettivamente l’azienda X sta inviando SMS con quei contenuti.

Banche e istituzioni di vario tipo non inviano mai comunicazioni con richieste di dati sensibili via SMS. Si tratta di un canale utilizzato quasi esclusivamente da truffatori. In genere, infatti, gli SMS sono utilizzati quasi esclusivamente per l’invio di codici legati all’autenticazione a due fattori e ad altri sistemi di conferma di questo tipo.

Cercare su Internet i numeri da cui si ricevono gli SMS

Molto spesso, gli SMS truffa arrivano da normali numeri di cellulare (con un formato di questo tipo 333123456). Questi numeri vengono utilizzati per inviare migliaia (o anche di più) messaggi. Con una rapida ricerca su Internet (utilizzando come parola chiave proprio il numero da cui si è ricevuto l’SMS) potrebbe essere possibile avere una conferma in merito al tentativo di truffa.

Bloccare gli SMS in arrivo dai numeri sconosciuti

Una delle cose da fare per bloccare gli SMS truffa è rappresentata dal blocco del numero usato per l’invio del messaggio. Si tratta di una difesa parziale (i truffatori potrebbero cambiare periodicamente numero di telefono con cui inviare gli SMS) ma ugualmente importante.

Per bloccare gli SMS truffa è possibile, su Android, utilizzare l’app Google Messaggi (si tratta dell’app di default utilizzata da buona parte degli smartphone Android). Dall’elenco dei messaggi, basta tenere premuto sul numero da bloccare e poi premere sui tre punti in alto. A questo punto bisogna scegliere l’opzione Blocca.

Chi utilizza un’app diversa per la gestione dei messaggi potrà seguire una procedura analoga. Tutte le app di questo tipo, infatti, integrano un sistema rapido per il blocco degli SMS in arrivo da un numero sconosciuto. Il consiglio è di passare a Google Messaggi. Si tratta di un’app completa e adatta a bloccare gli SMS truffa.

L’applicazione, infatti, include un sistema di Protezione antispam, attivabile dalle Impostazioni (di default il sistema è già attivato). Per verificare se questo sistema è in uso basta premere sull’icona del proprio profilo e poi andare in Impostazioni di Messaggi > Impostazioni generali > Protezione antispam.

Per bloccare un numero dall’app Messaggi di iPhone basta accedere al messaggio e poi premere sul numero, in alto. A questo punto si deve scegliere Info e poi Blocca contatto per poter completare l’operazione e andare a bloccare gli SMS (e le chiamate) in arrivo dal numero in questione.

Utilizzare un numero secondario

Per evitare di essere inondati da spam via SMS e di ricevere SMS truffa è consigliabile usare un numero di cellulare secondario per registrarsi a siti web o a qualsiasi tipo di servizio che richiede che l’utente fornisca il suo numero di cellulare.

Molto spesso, infatti, accettando le varie clausole di registrazione, si autorizza l’azienda a cedere il proprio numero a terzi. Registrandosi con un numero secondario, quindi, il proprio numero principale resterà “protetto” e riuscirà a evitare buona parte dello spam e dei tentativi di truffa via SMS.