webcam Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Come controllare se i siti web ti stanno spiando

I portali web che visitiamo quotidianamente raccolgono una mole impressionante di informazioni sul nostro conto. Ecco come verificare quali dati hanno su di noi

In un’epoca in cui non passa giorno senza che si scopra almeno una app per Android o iPhone che spia gli utenti, qualcuno si è già dimenticato che il tracciamento dei dati nasce parecchi anni prima del boom delle app: risale agli albori del web.

E da quei tempi c’è una tecnologia che ci siamo portati dietro e che ancora oggi la stragrande maggioranza dei siti Web ancora usa per sapere chi siamo e cosa facciamo: i cookie. Dietro il dolce nome (cookie in inglese significa biscotto), ci sono dei file che vengono depositati sul nostro computer (ma anche device mobile, se navighiamo da smartphone o tablet) che i siti usano per tracciarci. Tramite cookie è possibile sapere se un utente è già stato su un sito, salvare le sue preferenze per quel sito ma anche tracciare molti altri comportamenti. Come le app, inoltre, anche i siti Web chiedono al nostro dispositivo moltissimi permessi di utilizzo dell’hardware, non sempre giustificati.

Come controllare chi ti spia su Chrome

Partendo dal browser di gran lunga più usato al mondo, cioè Chrome, per sapere quali siti raccolgono informazioni su di noi possiamo fare due cose. La prima è navigare su un sito specifico e fare click sull’icona a forma di lucchetto che si trova subito prima dell’indirizzo URL del sito. Dopo aver fatto click sull’icona scegliamo Impostazioni dal menu che appare e ci verrà mostrata una lunga lista di cose che quel sito può fare: dall’usare l’audio del computer, che è una cosa legittima se deve riprodurre dei contenuti, all’accedere alla videocamera, che invece è qualcosa di molto più sospetto. Dalla stessa schermata possiamo disattivare questi permessi. Se invece vogliamo vedere quali siti hanno depositato un cookie sul nostro dispositivo dobbiamo andare sul menu con le tre linee in alto a destra e scegliere Impostazioni > Avanzate > Cookies. Qui potremo anche cancellare i cookie che non ci convincono troppo.

Come controllare chi ti spia su Firefox

Non molto diverso il lavoro da fare su Mozilla Firefox per conoscere quali siti raccolgono informazioni su di noi. Sempre alla sinistra dell’URL di un sito troveremo una icona, di solito raffigurante una “i” come “informazioni“. Cliccandoci sopra si aprirà una finestra per vedere quali permessi hanno chiesto e ottenuto i siti visitati, e potremo regolarle con la stessa logica di fondo già descritta: se non capiamo per quale motivo un sito ci chiede l’accesso a qualcosa, allora non diamoglielo. Per eliminare i cookie su Firefox dobbiamo fare click sul menu con le tre linee orizzontali e scegliere Opzioni > Privacy e sicurezza > Cookie e dati dei siti Web. Qui potremo fare click sul pulsante “Gestisci dati…” tramite il quale si aprirà la finestra che ci mostra tutti i cookie presenti e ci permette di disattivarli o cancellarli.

Come controllare chi ti spia su Safari

Se navighi con Safari su macOS, puoi vedere le autorizzazioni di un sito e modificarle aprendo il menu Safari e facendo clic su “Impostazioni per questo sito Web“. Vedrai le opzioni per l’accesso alla telecamera, alla posizione e al microfono, ad esempio, e un’impostazione per bloccare le finestre pop up. Se vuoi modificare le impostazioni dovrai tenere il mouse su di esse e attendere l’apertura del menu a scomparsa. Se vuoi guardare i cookie registrati da Safari devi andare su Preferenze > Privacy. Qui troverai l’opzione “Blocca tracciamento cross-site” che, in pratica, impedisce il tracciamento del comportamento di un utente quando passa da un sito all’altro. Sempre da questa finestra è possibile bloccare tutti i cookie indistintamente, mentre per accedere ai singoli cookie dobbiamo fare click su “Gestisci dati siti Web“.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963