webcam computer Fonte foto: Nick Beer / Shutterstock.com
HOW TO

Come controllare quali siti web hanno accesso alla webcam del PC

Tramite la webcam gli hacker potrebbero spiarci utilizzando i siti web che visitiamo. Ecco cosa bisogna controllare per essere proteggersi

Oggi quasi tutti i possessori di un computer hanno anche una webcam, vuoi per lo smartworking, vuoi per l’esigenza di fare videochiamate con amici e parenti lontani. Sui laptop la webcam è sempre integrata, sui desktop è uno degli accessori aggiunti più di frequente. In ogni caso, però, la webcam può portare diversi rischi per la privacy.

Non stiamo parlando solo delle tante piattaforme di videoconferenza e videochiamate, che ovviamente devono accedere alla webcam ma non sempre garantiscono la trasparenza che l’utente vorrebbe, ma anche dei comuni siti web che, molto spesso, potrebbero controllare la nostra videocamera senza apparente motivo. Tutti i siti web che visitiamo tramite i browser più diffusi, dietro le quinte potrebbero accedere alle informazioni catturate dalla fotocamera/videocamera, dal microfono e dai dispositivi USB (la connessione usata da tutte le webcam sul mercato). Se vuole, quindi, un sito può spiarci ma noi, se sappiamo come fare, possiamo impedirglielo.

Come impedire ai siti di accedere alla webcam

I quattro browser Web più diffusi al mondo sono Google Chrome, Mozilla Firefox, Microsoft Edge e Apple Safari. Tutti e quattro possono permettere ad un sito di usare la webcam a nostra insaputa. Ma, allo stesso tempo, su tutti e quattro i browser possiamo impedirglielo. Purtroppo, però, la cosa è efficace solo se blocchiamo un sito alla volta.

Su Chrome, ad esempio, dovremo fare click sull’icona a forma di lucchetto (o di “i“, per alcuni siti) che troviamo a sinistra della URL del sito. Poi dobbiamo scegliere “Impostazioni sito” e vedremo un lungo elenco di autorizzazioni concesse (o non concesse) al sito in questione. Le scelte disponibili sono “Chiedi (Predefinita)“, “Consenti” e “Blocca“.

Discorso molto simile per Firefox: dall’icona con il lucchetto, nella stessa posizione, dovremo far click sull’icona a ingranaggio vicino “Permessi” (i permessi già accordati li vedremo listati subito).

Su Edge, che si basa su Chromium, cliccando sul lucchetto potremo scegliere “Autorizzazioni sito” e scegliere tra le stesse opzioni disponibili su Chrome.

Infine su Safari dovremo scegliere il menu Safari > Impostazioni per il sito web e poi impostare le preferenze per fotocamera, microfono e, già che ci siamo, anche condivisione schermo e posizione.

Cancellare i cookie dei siti spioni

Se ci accorgiamo che un sito che non ha alcun motivo di accedere alla nostra webcam lo sta facendo, allora possiamo stare certi che quel sito sta raccogliendo un bel po’ di altre informazioni sulla nostra navigazione. A questo punto il consiglio più utile è quello di entrare nelle preferenze per la privacy del nostro browser (o dei nostri browser, se visitiamo quel sito da più app) e cancellare tutti i cookie relativi a quel dominio. Sono proprio i cookie, infatti, il primo strumento tramite il quale un sito raccoglie informazioni su di noi e su cosa facciamo in rete.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963