chrome-sicurezza Fonte foto: pixinoo / Shutterstock.com
SICUREZZA INFORMATICA

Come migliorare la sicurezza di Google Chrome

Ogni volta che navighiamo sul web la nostra sicurezza è messa in pericolo, ecco le migliori impostazioni da regolare su Google Chrome per la nostra privacy

Ogni volta che navighiamo su Internet la nostra sicurezza è a rischio. La rete rappresenta, infatti, un costante problema per la privacy, per i nostri conti bancari e anche per le informazioni lavorative. Per questo motivo se usiamo il browser di Google, Chrome, dobbiamo prendere alcuni accorgimenti.

Google Chorme, Microsoft Edge o Mozilla Firefox sono tutti browser affidabili, che cercano di proteggere gli utenti. Ma la vera differenza è l’utente stesso a farla. Più saremo attenti e meno probabilità avremo di finire nelle mani di un cyber criminale. Per tenere al sicuro i propri dati basta cambiare alcune impostazioni del browser. Ad esempio se usiamo Google Chrome, la prima impostazione da cambiare immediatamente è la sincronizzazione delle password e della cronologia. In questo modo per i malintenzionati sarà più difficile rubare le nostre credenziali. Ecco come rendere Google Chrome più sicuro.

Togliere la sincronizzazione

Il primo consiglio è quello di evitare la sincronizzazione su Google Chrome. Attraverso questa funzione il browser di Mountain View salva tutte le informazioni del nostro account per poi ritrovarle se cambiamo dispositivo. In pratica sia che effettuiamo delle ricerche online sul computer che sullo smartphone sincronizzeremo la stessa cronologia, le stesse password e gli stessi cookie.

Sicuramente questa funzione è comoda e ci permette di riprendere all’istante anche da mobile un’operazione avviata sul desktop. Però la nostra sicurezza ne risente. Per disattivarla basta aprire Chrome, andare nel menu (l’icona a tre puntini verticali) e quindi cliccare sulla sezione Impostazioni. Quindi cerchiamo le impostazioni di sincronizzazione avanzate e scegliamo cosa vogliamo sincronizzare con i nostri dispositivi. Se per esempio vogliamo eliminare la sincronizzazione della cronologia basta togliere la spunta.

Impostazioni avanzate

Ci sono poi alcuni piccoli trucchi che possiamo attivare in maniera rapida e che aumenteranno la nostra privacy. Per prima cosa apriamo il menu di Chrome e andiamo nella sezione Impostazioni Avanzate. Nella parte dedicata ai Cookie dobbiamo scegliere di salvare i dati locali solo fino alla chiusura del browser. Questo significa che ogni volta che chiudiamo Chrome la cache viene cancellata. E poi è importante non consentire a nessun sito di eseguire JavaScript. Sotto la voce Plugin invece selezioniamo l’opzione “permettimi di scegliere quando eseguire il contenuto del plugin”. Per quanto riguarda la Posizione, che troviamo sotto Privacy e Sicurezza, scegliamo la dicitura “Non consentire a nessun sito di tenere traccia della mia posizione fisica”.

Sezione Privacy e navigazione in incognito

Sempre nel menu di Google mettiamo la spunta, nella sezione Privacy, alle voci “Proteggi il dispositivo dai siti pericolosi” e “Invia una richiesta Non Tenere Traccia con il tuo traffico di navigazione”. Per chi vuole proteggere maggiormente la propria privacy c’è sempre la navigazione in incognito. Anche se con la navigazione in incognito sia il nostro fornitore della connessione che i siti che visitiamo potranno comunque tenere traccia del nostro passaggio.

Contenuti sponsorizzati