Libero
HOW TO

Come proteggere i bambini su Netflix

Netflix ha un filtro famiglia pensato per regolare gli accessi alla piattaforma, ma non è l'unico strumento utile a tutelare i minori

Netflix è una delle piattaforme di streaming più usate al mondo e contiene al suo interno film e serie tv adatti per un pubblico estremamente variegato, inclusi i telespettatori più piccoli. Proprio per loro, però, molti dei contenuti proposti potrebbero non essere adatti e potrebbe, quindi, essere richiesta la supervisione di un adulto. Naturalmente non si parla di film a luci rosse o di altri contenuti “particolari”, ma comunque c’è la possibilità che un minore si imbatta in una serie o in un film poco adatti alla sua età.

Per questo Netflix ha implementato un filtro famiglia che consente a un adulto di decidere cosa può essere mostrato a un minore o meno, limitando l’accesso a tutti quei prodotti che potrebbero essere inadatti per il pubblico più giovane, garantendo l’accesso solo ai titoli specifici come cartoni animati, documentari e film consentiti.

Come si usa il filtro famiglia

Utilizzare un filtro famiglia basta accedere da browser al proprio account e visitare l’area relativa ai Profili, che mostrerà tutti gli utenti che possono utilizzare il servizio. Al fianco di ogni account è possibile personalizzare le impostazioni di accesso e regolare le varie limitazioni di visualizzazione.

Le possibilità tra cui scegliere sono 5:

  • Per tutti: contenuti per utenti di tutte le età, anche bambini piccolissimi
  • 7+: per visualizzare solo i contenuti adatti a bambini tra i 7 e i 13 anni
  • 13+: per i titoli di “fascia superiore” adatti ai ragazzi tra i 13 e 16 anni
  • 16+: per i contenuti destinati agli utenti dai 16 ai 18
  • 18+: nessuna limitazione ai titoli in catalogo.

Netflix permette anche di selezionare manualmente i contenuti specifici da non mostrare e per attivare questa funzione basta inserire il titolo del film o della serie tv da bloccare. Naturalmente è un tipo di controllo molto più specifico e, data l’ampiezza del catalogo, non garantisce una visione sicura come quella per fasce d’età.

Tra le altre impostazioni, c’è la possibilità di monitorare i contenuti riprodotti dal minore, visualizzando una lista aggiornata in tempo reale. Per farlo basta andare su Profili, scegliere l’account da controllare e cliccare su Attività di visione dei contenuti.

Come aggiungere un PIN

In alternativa anche possibile aggiungere un PIN di accesso ai vari account, in modo che il minore non possa accedere alla piattaforma senza la supervisione di un adulto.

Per attivarlo bisogna sempre andare nella sezione Profili e selezionare quello su cui operare. Alla voce Blocco profilo sarà possibile inserire la nuova misura di sicurezza, accertandosi che spuntare la voce Pin obbligatorio per accedere al profilo.

Ma, attenzione: una volta sbloccato l’account col PIN il bambino potrà vedere tutto.

Come creare un profilo bambini

Per evitare tutte le procedure di cui sopra è possibile risolvere la questione creando un profilo bambini. Per farlo basta accedere al sito e cliccare su Aggiungi profilo, spuntando la relativa opzione.

In questo modo i minori avranno libero accesso a tutti i contenuti adatti alla loro età che rientrano nella prima fascia d’età, quella 7+. Insieme a questa misura di sicurezza, però, è sempre consigliabile utilizzare un PIN di accesso in modo che il bambino, cambiando profilo di visione, non possa accedere ai contenuti vietati.