Libero
HOW TO

Come pulire la fotocamere dello smartphone

Le operazioni di pulizia della fotocamera dello smartphone sono semplici e richiedono pochi strumenti come un pennellino o il panno in microfibra.

Ci passiamo tutti prima o poi: prendiamo lo smartphone per scattare una foto e ci rendiamo conto che l’immagine risulta poco nitida o addirittura sfocata. Pensiamo a un guasto del dispositivo, mentre molto più semplicemente potrebbe essere sufficiente un’accurata pulizia della lente della fotocamera. In generale procedere alla pulizia dei dispositivi elettronici, come lo smartphone, oltre ad assicurare un corretto funzionamento, serve anche ad allungarne la vita operativa.

La pulizia va effettuata soprattutto se trascorriamo una giornata al mare, al lago o in montagna, comunque all’aria aperta. Infatti i dispositivi elettronici non vanno d’accordo con caldo e umidità. Lo smartphone va ripulito accuratamente dalla sabbia, che potrebbe danneggiare i connettori a vista e graffiare lo schermo. Così come va ripulita la lente della fotocamera, che potrebbe essere resa opaca anche da impronte e sporco che si è accumulato nel tempo. Prima di passare velocemente sulla lente un asciugamano o il bordo della maglietta, ecco i consigli per pulire in maniera corretta a lente della fotocamera o del flash che troviamo sul retro di uno smartphone.

Pulire la lente della fotocamera con un pennellino

Lo strumento migliore per pulire la lente della fotocamera è il pennellino con punta arrotondata. Infatti essendo abbastanza sottile, riesce a spolverare in profondità. Vanno bene anche i pennelli da trucco, ovviamente mai usati e con le setole morbide.

Pulire la lente con un panno in microfibra

Anche il panno in microfibra è un ottimo alleato della pulizia essendo morbido e in grado di catturare ogni minimo granello di polvere. Riesce anche a eliminare il grasso delle impronte e a non lasciare residui.

Infatti, se usiamo il classico angolo di una maglietta in cotone, sicuramente la pulizia non sarà adeguata, poiché potrebbero essere rilasciati dei micro residui di fibra sulla lente della fotocamera. Il che renderebbe poi le foto ancora più sporche.

Possono essere usati, in genere, tutti i panni morbidi che adoperiamo solitamente per togliere la polvere ma non devono essere stati lavati con ammorbidente, che purtroppo lascia aloni sulle superfici lisce come il vetro, appunto.

Pulire la fotocamera con le salviette per occhiali

Quando abbiamo a che fare una fotocamera, stiamo pur certi che i prodotti per la pulizia delle lenti degli occhiali sono sempre utili. Infatti, le salviette umide che si usano solitamente per detergere e disinfettare le lenti sono nate esattamente per questo scopo: dunque sono morbide e il liquido aiuta a eliminare lo sporco, senza lasciare aloni e altre tracce.

Se non disponiamo delle salviette per lenti per occhiali possiamo pulire la fotocamera con un panno morbido leggermente inumidito con acqua distillata, la stessa usata per il ferro da stiro.

Togliere la condensa dalla fotocamera

Infine, nel caso notiamo che nella fotocamera è presente della condensa, ossia che l’umidità è entrata all’interno della lente, possiamo solo provare a eliminarla, con un "bagno secco". Poniamo del riso in un contenitore e inseriamo nel riso asciutto lo smartphone spento.
Il riso nel giro di una notte, catturerà tutta l’umidità presente nello smartphone liberando la lente della fotocamera dalla condensa.

Il questo espediente non sarà sufficiente, però, allora dovremo portare il telefono in assistenza dove procederanno a smontare la lente per asciugarla da dentro.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963