app-nascoste Fonte foto: 123rf
APP

Come sbloccare le app nascoste su iOS e Android

Capita di nascondere app sullo smartphone per avere maggiore privacy, per sbloccarle basta selezionare alcune impostazioni per iOS e Android.

Se non riesci più a trovare delle applicazioni sul tuo smartphone o iPhone non devi preoccuparti, infatti potresti averle nascoste alla vista per proteggere la tua privacy, tuttavia non ricordi più dove le hai sistemate. Per scovarle esistono vari metodi, con cui in pochi istanti puoi capire come trovare le app nascoste su Android e iOS senza troppe difficoltà. Ecco alcune semplici soluzioni per individuare le applicazioni mimetizzate all’interno del sistema operativo del tuo device.

Come visualizzare le app nascoste su smartphone Android

Non è insolito desiderare una maggiore privacy riguardo il proprio smartphone, infatti è possibile nascondere le app su Android facilmente. Ad esempio si può utilizzare un launcher alternativo a quello nativo, delle applicazioni gratuite e i permessi di root, oppure inserire delle password che bloccano l’accesso agli estranei. Per trovare le app nascoste su Android devi entrare nelle impostazioni del device, aprire la schermata delle applicazioni e selezionare la voce Mostra app nascoste, scegliendo quali programmi rendere nuovamente visibili nella home.

Puoi adoperare questa procedura su smartphone Samsung, LG e di altre marche, seguendo operazioni simili per individuare le app nascoste su Huawei e Xiaomi. Nel primo caso devi controllare le impostazioni del launcher personalizzato, entrando in Impostazioni> Menu delle app> Nascondi app, altrimenti se hai usato programmi come App Hider devi accedere all’applicazione con il PIN di blocco, cancellando l’opzione attivata. Per trovare le app nascoste sugli smartphone Xiaomi puoi servirti della funzionalità App lock di MIUI Launcher, oppure tentare con la tecnica precedente.

Come trovare le app nascoste su iPhone iOS

I dispositivi della Apple possiedono un sistema nativo per nascondere le app su iPhone iOS, che sfrutta il programma di parental control presente su tutti i device di ultima generazione, a partire dalla versione iOS 12. Utilizzando questa funzionalità è possibile bloccare l’accesso ad alcune app, entrando nelle impostazioni del melafonino e selezionando la voce Tempo di utilizzo, inserendo un codice di accesso per aumentare la privacy ad esempio su WhatsApp o Facebook.

Sui modelli meno recenti basta applicare delle restrizioni, occultando le applicazioni in blocco se esterne, oppure singolarmente qualora fossero native come Safari e FaceTime. Se dopo un po’ di tempo non ricordi più dove sono alcuni programmi, puoi trovare le app nascoste su iPhone seguendo una semplice procedura. Innanzitutto se hai un dispositivo dotato di iOS 12, oppure una versione successiva, devi entrare nelle impostazioni e selezionare la voce Tempo di utilizzo. Dopodiché bisogna toccare le opzioni Limitazioni app> Codice PIN> Elimina limitazione.

Se invece vuoi rivelare soltanto alcune app devi scegliere Tempo di utilizzo> Sempre consentite> Scegli app, aggiungendo il simbolo + alle singole applicazioni da mostrare. Per i programmi nativi la procedura è Impostazioni> Tempo di utilizzo> Contenuti e privacy> App consentite, quindi devi agire con i selettori per togliere il blocco. Se hai delle app nascoste su un iPhone con una versione del sistema operativo precedente iOS 12, per trovarle devi selezionare Impostazioni> Generali> Restrizioni, inserire il PIN e procedere allo sblocco singolo o di gruppo.

Contenuti sponsorizzati