Libero
APPLE

Cosa fare se le AirPods non funzionano

Le AirPods di Apple, sono dispositivi molto gettonati tra gli utenti, ma non sono comunque esenti da malfunzionamenti. Come risolvere i problemi più frequenti

Le AirPods sono tra i device dell’ecosistema Apple più amati in assoluto e rappresentano la scelta di milioni di utenti in tutto il mondo.

Tuttavia, nonostante la loro nota qualità costruttiva, anche queste cuffiette possono andare incontro a problemi di diversa natura, proprio come accade a tutti i device elettronici.

Quando questo accade, non bisogna andare nel panico e prima di temere l’irreparabile è possibile provare a “ripristinarei propri auricolari con qualche semplice trucchetto.

 Cosa fare se gli AirPods non funzionano

La prima cosa da fare quando gli AirPods non funzionano è controllare lo stato della batteria. Per farlo basta inserire entrambe le cuffiette nell’apposita custodia e aprire il coperchio in prossimità del proprio iPhone, così da visualizzare il livello di carica.

Una volta inseriti gli auricolari nella custodia, in caso di batteria scarica, questi dovrebbero iniziare il processo di ricarica e tornare operativi in men che non si dica. Chiaramente, se i livelli di batteria sono estremamente bassi potrebbe essere necessario più tempo prima che le cuffiette “tornino in vita“.

Se il problema è, invece, dovuto alla custodia che non carica, per prima cosa, occorre controllare che le cuffie siano inserite correttamente negli appositi alloggiamenti.

Se la ricarica non parte, potrebbe essere opportuno pulire i contatti degli AirPods e quelli della custodia, avendo cura di eliminare delicatamente polvere e sporcizia che potrebbero influire sulle prestazioni.

Per i malfunzionamenti nell’accoppiamento con il proprio iPhone, per prima cosa occorre controllare il Bluetooth dello smartphone e, in caso fosse disattivato, riattivarlo. Se nemmeno così le cuffie funzionano è consigliabile riavviare il telefono e riprovare.

Infine, se con questi pochi accorgimenti i problemi con gli AirPods continuassero si può optare per un reset delle cuffiette. Per farlo basta inserire gli auricolari nella custodia, chiudere il coperchio e attendere circa 30 secondi.

Fatto questo si possono indossare di nuovo le cuffiette e, dal proprio iPhone, andare su Impostazioni, fare tap sulla scheda Bluetooth e selezionare l’opzione Dissocia AirPods.

A questo punto basta inserire nuovamente le cuffiette nella custodia (con il coperchio aperto) e premere per 15 secondi il pulsante sul retro della “scatolina“, aspettando che l’indicatore luminoso inizi a lampeggiare di giallo e infine di bianco.

Ora non resta che riprendere in mano cuffie e iPhone e procedere nuovamente con l’accoppiamento dei dispositivi.

Come prendersi cura delle AirPods

Chiaramente non tutti i problemi legati alle AirPods possono essere prevenuti ma l’utente può comunque prendersi cura al meglio delle cuffiette, evitando che polvere e sporco vadano a influire sul loro funzionamento.

Per farlo, basta pulire regolarmente gli auricolari con un panno leggermente umido, oppure con una salvietta disinfettante, avendo cura di strofinare dolcemente il device, senza forzare per rimuovere eventuale sporco ostinato.

In caso, si può utilizzare anche un cotton fioc (sempre leggermente umido) oppure uno stuzzicadenti per passare nelle fessure e pulire a fondo cuffie e custodia di ricarica.

Fatto questo si può passare all’asciugatura utilizzando un panno in microfibra asciutto o, ancora meglio, lasciarle fuori dalla custodia ad asciugare lontano dal sole e da altre fonti di calore.