Facebook e Instagram minacciano di abbandonare l'Europa

Le autorità europee e irlandesi cercano di impedire a Facebook di trasferire i dati degli utenti in USA, ma il gruppo di Zuckerberg afferma che non è possibile

Facebook minaccia di lasciare l’Europa se le autorità di regolazione europee non le permetteranno di continuare a funzionare come ha fatto fino ad oggi. Ben 400 milioni di utenti cittadini dei 27 Stati membri dell’Unione, quindi, potrebbero dover dire addio al loro social netwok preferito. E, con esso, anche a Instagram.

Tutto nasce da un procedimento della Data Protection Commission (DPC) dell’Irlanda, Paese in cui Facebook ha la sede legale e i server europei. La DPC sta cercando di impedire che Facebook trasferisca i dati dei suoi utenti negli Stati Uniti, mettendo in atto una decisione di luglio della Corte di Giustizia Europea. La corte, questa estate, ha dichiarato che i trasferimenti di dati vanno interrotti perché è impossibile stabilire se il Governo degli Stati Uniti abbia accesso a quei dati. Gli unici effetti possibili di questa decisione, se non si trova un accordo di mediazione, sono due: o Facebook cambia completamente architettura dei server, oppure Facebook e Instagram chiudono in Europa.

Cosa dice Facebook alla DPC

Yvonne Cunnane, a capo della divisione Data Protection e Privacy di Facebook Ireland Limited, nella sua risposta ufficiale alla Data Protection Irlandese lamenta il fatto che Facebook è l’unica azienda ad aver subito questo trattamento e che non è stato dato modo a Facebook di dimostrare che gli utenti non corrono alcun rischio.

Nella lettera inviata alla DPC la Cunnane scrive che “Non è chiaro come Facebook, in queste circostanze, possa continuare a offrire i servizi di Facebook e Instagram in UE“. Detta in parole semplici: se la DPC non cambia idea, Facebook e Instagram potrebbero andar via dall’Europa.

Facebook fugge dalla UE?

Se nei documenti inviati alla Commissione irlandese la Cunnane parla chiaramente della possibilità di abbandonare l’Europa, nelle dichiarazioni alla stampa Facebook getta acqua sul fuoco e cerca un punto d’incontro, ma ribadisce il concetto che non può smettere di trasferire i dati degli utenti in USA: “Facebook non sta minacciando di andare via dall’Europa. I documenti legali depositati presso l’Alta Corte irlandese affermano la semplice realtà che Facebook e molte altre aziende, organizzazioni e servizi si affidano ai trasferimenti di dati tra l’UE e gli Stati Uniti per gestire i propri servizi“.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963