Libero
HOW TO

Gli ostacoli che bloccano il WiFi in casa

Il segnale WiFi domestico spesso è rallentato a causa della presenza di ostacoli rappresentati da elettrodomestici come un frigorifero o da mobili come una libreria

Spesso abbiamo notato che in casa il segnale WiFi non arriva bene in alcuni punti o in alcune stanze della casa rendendo la connessione a Internet instabile o molto più lenta del normale. Infatti, possono essere presenti diversi ostacoli che ne impediscono una buona propagazione in tutte le aree della nostra abitazione. Ovviamente il primo pensiero va ai muri, spesso in cemento. Ma possono interferire anche alcuni insospettabili pezzi dell’arredamento come gli specchi, il televisore, il frigorifero o il forno a microonde.

Per migliorare il segnale WiFi della nostra connessione domestica (e di conseguenza la connessione a Internet) spesso basta spostare il router in una posizione più strategica, più libera che eviti tutti quegli ostacoli che disturbano la propagazione del segnale all’interno della nostra casa. In effetti, dobbiamo pensare al router WiFi come a una lampadina che irraggia la sua luce nell’ambiente circostante. E proprio come una lampadina viene posta su un soffitto o su un ripiano libero da ostacoli, con il fine di irraggiare meglio la luce, così il router va posto lontano da ostacoli affinché possa propagare meglio il segnale Internet.

I complementi di arredo che ostacolano il segnale WiFi

L’acqua è uno schermo naturale che blocca facilmente le onde radio, quindi il principio è di non collocare mai un router vicino ad un acquario, ad esempio.

Altri complementi di arredo che bloccano la propagazione del segnale sono le librerie, quindi evitiamo di mettere il router proprio su uno scaffale, soprattutto se la libreria è abbastanza lunga e piena di libri. Anche gli specchi a parete e se di grandi dimensioni rappresentano un potente ostacolo.

Altro ostacolo al segnale WiFi è rappresentato dalla piastra in metallo che sostiene lo schermo di un televisore e che funge anche da scudo elettromagnetico.

Se il router è posizionato in cucina allora prestiamo attenzione alla presenza di elettrodomestici che si comportano come muri insormontabili per il segnale WiFi: frigorifero, lavastoviglie, forno a microonde (che fa pure interferenza), scaldabagno, asciugatrice e lavatrice lo bloccano.

Ovviamente anche le pareti della casa possono bloccare le onde radio, soprattutto se in cemento o se sono presenti travi in metallo, reti metalliche e perni o bulloni.

Anche i pavimenti bloccano il segnale wifi

Nelle case a più piani spesso può essere presente un pavimento in cemento ma anche in laminato, due materiali che si comportano come uno schermo e che impediscono al segnale di propagarsi.

Anche l’impianto a riscaldamento radiante (acqua più metallo) contiene gli elementi che possono bloccare il segnale WiFi tra un piano e l’altro.

Come potenziare il segnale WiFi

La soluzione migliore è rappresentata da un riposizionamento del router in maniera tale che non trovi davanti a sé gli ostacoli. Occorre, poi, individuare i punti in cui invece ci sono ostacoli insormontabili e segnarli sulla planimetria dell’abitazione.

A quel punto sarà utile rinforzare il segnale con un sistema mesh composto da antenne-nodi posti nei punti strategici, così da aumentare la portata del segnale in tutti gli ambienti della casa.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963