Libero
riconoscimento facciale Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Perché il riconoscimento facciale non funziona più su Facebook

Una tecnologia di Facebook usata da un miliardo di persone nel mondo sta per sparire: ecco perché dobbiamo dire addio al riconoscimento del volto in foto e video

Il riconoscimento automatico dei volti è una delle caratteristiche più divisive di Facebook: da un lato è il simbolo dell’intelligenza artificiale in azione e della sua capacità di connettere le persone, riconoscendone i volti e aiutandoci a “taggarle" nelle foto, dall’altra è il simbolo del controllo che le aziende tech esercitano sui nostri dati personali.

Per qualcuno, però, il problema non si pone già più e per tutti gli altri non si porrà più a breve: Facebook ha deciso di disattivare questa tecnologia a livello globale, quindi il riconoscimento dei volti non funziona più già per molti utenti (e non funzionerà più per tutti, nel giro di breve tempo). Insieme al riconoscimento dei volti salta anche una seconda tecnologia, vittima del fuoco amico: la Automatic Alt Text (AAT), che genera automaticamente una descrizione del contenuto delle foto per agevolare i non vedenti e le persone con disabilità visive in generale. Ma perché Facebook ha “spento" il riconoscimento facciale?

Stop al riconoscimento facciale: perché

Dal 2017 il riconoscimento facciale su Facebook è diventato una tecnologia “opt-in“, che va cioè abilitata manualmente perché di default è disabilitata. Secondo Meta (il nuovo nome della holding di Facebook) oltre un terzo degli utenti del social (cioè quasi 1 miliardo di persone nel mondo) hanno deciso di tenerla attiva.

Tutte queste persone, però, ora dovranno farne a meno perché la “face recognition" è sempre di più una tecnologia bersagliata dalle critiche dei difensori della privacy e, cosa ancor più importante per Meta, dai Governi di mezzo mondo tramite le rispettive Autorità garanti della privacy.

Ecco, allora, che Facebook blocca la funzione e ammette: “Dobbiamo soppesare i casi d’uso positivi per il riconoscimento facciale rispetto alle crescenti preoccupazioni della società, soprattutto perché i regolatori devono ancora fornire regole chiare“.

Stop al riconoscimento facciale: cosa cambia

Lo stop al riconoscimento facciale significa che i servizi da esso abilitati verranno rimossi nelle prossime settimane, così come l’impostazione che consente alle persone di aderire al sistema. Nello specifico, ecco cosa cambia:

  • Facebook non potrà più riconoscere le facce delle persone nelle memorie, nelle foto e nei video
  • Gli utenti non potranno più attivare il riconoscimento facciale per il tag automatico dei contatti
  • Verrà disabilitata la tecnologia Automatic Alt Text (AAT)
  • I dati di coloro che aveva accettato il riconoscimento facciale verranno cancellati

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963