calcio dazn Fonte foto: Shutterstock.com
TV PLAY

Film e serie tv sul calcio per prepararsi ad Euro 2020

L’11 giugno iniziano gli Europei 2020. Per prepararsi al meglio, ecco alcuni film e serie tv da guardare in streaming

Veronica Nicosia
Veronica Nicosia Giornalista scientifico

Laureata in astrofisica, giornalista scientifico e content editor SEO, scrive di tecnologia per magazine online e carta stampata. Nel 2020 approda a Libero Tecnologia

L’estate della UEFA Euro 2020 è alle porte: le partite inizieranno l’11 giugno. Saranno trenta giorni di calcio, intenso ed emozionante, per tutti gli amanti del pallone. Occorre farsi trovare preparati per questo mese di calcio europeo tutto da vivere e tifare.

Prima del fischio d’inizio, poltrona, pop-corn e birra per un bel film o una serie tv a tema. Le piattaforme di streaming propongono tanti contenuti dedicati al pallone, dalle pellicole classiche, alle biografie dei campioni, fino a documentari e serie tv che raccontano come si è evoluto questo gioco, rivelando anche segreti e curiosità. Su Netflix recentemente è uscito il film su Roberto Baggio, intitolato Il Divin Codino, ma sempre nello stesso canale si può guardare The English Game, che invece tratta della vittoria all’Europeo della Danimarca. Insomma, chi ama il calcio e vuole guardare uno show in vista degli Europei 2020 non rimarrà certo deluso, anzi avrà solo l’imbarazzo della scelta. Da Netflix ad Amazon Prime Video: ecco alcuni dei migliori film e serie tv imperdibili da guardare in attesa dell’11 giugno 2021.

Serie tv sul calcio: The English Game

Partiamo dalla mini serie televisiva britannica "The English game". Uscita sia nel Regno Unito, sia in Italia a marzo del 2020, si compone di sei episodi della durata media di 50 minuti.

Il genere è quello storico sportivo. È attualmente disponibile, per gli amanti del calcio inglese e non solo, sulla piattaforma Netflix. The English Game racconta la storia di due squadre: la Old Etonias, squadra composta da gentil nobili inglesi capitanata da Arthur Kinnaird, che si scontra contro un team di operai, di una fabbrica di cotone, la Darwen FC, il cui proprietario è James Walsh. Quest’ultimo pagherà, per rinforzare il proprio team, in vista dei quarti della FA Cup due calciatori scozzesi: Fergus Suter e Jimmy Love.

Grazie all’ingegno di Julian Fellowers, già ideatore di Downton Abbey, scopriremo le origini del gioco del calcio catapultati nella metà dell’Ottocento.

Il Divin Codino, il film su Roberto Baggio

Se avete voglia di un film dal gusto particolarmente italiano dedicate una sera a "Il Divin codino", che racconta la storia di Roberto Baggio. Tutti ricordano quel rigore mancato alla finale con il Brasile nel mondiale USA 94.

La regista Letizia Lamartire racconta la storia dell’uomo: più umano e meno alieno del pallone. Così, dirige un film su un calcio più introspettivo ed emozionale. Racconta di quel ragazzo che, da giovane promessa del calcio italiano, si ritrova su un dischetto in una delle finali mondiali più combattute per l’Italia. Narra di quel codino che vuole onorare la promessa fatta a soli tre anni al papà: vincere un mondiale di calcio indossando la maglia dell’Italia.

Il Divin codino è la storia del mito Baggio, un viaggio più personale e intimo del calciatore.  Lamartire avrebbe potuto dare ampio spazio a dribbling e trofei, ma preferisce soffermarsi sulla storia del codino. Gavetta e successo, sì, ma soprattutto vita post rigore mancato e la rinascita nel Brescia. La storia del mitico divin codino è bella. L’aspetto che più di altri  viene messo in evidenza è il rapporto con suo padre: il fan più difficile che lui abbia mai avuto. Da vedere su Netflix prima di emozionarci con questo Euro 2020.

Estate ‘92: di cosa parla il film

Ancora un film prima del calcio d’inizio dell’11 giugno: l’emozionante storia della nazionale danese che in "Estate 92" è diventata leggenda che in quell’estate vince l’europeo.  Una storia di calcio moderna, a differenza della serie "The English game" e del "Il Divin Codino", che racconta la magia di quella nazionale rocambolescamente ripescata dopo l’esclusione dal torneo di calcio europeo della Jugoslavia per via della guerra nei Balcani.

La Danimarca con 32 gol conquista tutti. La produzione è, come potevamo aspettarci, danese e il film è del 2015. In un’ora e mezza la storia della squadra miracolata in cui l’allenatore, sempre visto con grande scetticismo, riassesta cuori e caratteri e porta il team a oltrepassare un importante traguardo. Forse più che storia del calcio è finalmente il romanticismo del pallone, ma è bello anche questo e andava raccontato. Il film è disponibile sulla piattaforma Netflix.

E se tutto questo calcio non vi basta, su Amazon Prime Video, potrete vedere anche il film documentario dell’ottobre 2020: "Mi chiamo Francesco Totti". 100 minuti in cui, assieme ai tifosi, er pupone, ripercorre la sua carriera, in un’alternanza di momenti emozionanti legati al calcio e alla sua vita privata si snodano e intrattengono.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963