Libero
DIGITAL LIFE

Google fa infuriare i suoi utenti: cosa sta succedendo

Sembrava dovesse arrivare anche in Europa e, invece, Google Pixel Pass è stato chiuso anche in USA: chi avrà il telefono gratis?

android Fonte foto: quietbits / Shutterstock

Migliaia di utenti americani di Google sono sul piede di guerra: si sentono traditi dal colosso di Internet e dell’elettronica, quasi raggirati e proprio nel momento in cui i “sacrifici” di due anni stavano per dare i primi frutti.

Tanta delusione e tanta rabbia derivano dalla decisione di Google di chiudere, in modo unilaterale, il servizio Pixel Pass in abbonamento mensile. Un servizio che era “troppo bello per essere vero” e che gli utenti europei più fedeli a Google attendevano da due anni.

Gli stessi utenti che, ora, guardano al gigante di Mountain View con ben altri occhi visto che, in buona sostanza, alla fine è andata meglio a loro che non agli americani.

Che cos’era Google Pixel Pass

Lanciato a fine ottobre 2021, quindi quasi due anni fa, Google Pixel Pass è un abbonamento tutto incluso ai servizi di Google, paragonabile al servizio Apple One ma con una chicca in più: nel canone mensile è incluso uno smartphone.

Per la precisione, è incluso l’ultimo smartphone Pixel presentato da Google: ai tempi del lancio gli utenti potevano scegliere tra un canone da 45 dollari al mese e Pixel 6, o uno da 55 dollari e Pixel 6 Pro.

In entrambi i casi, inclusi nell’abbonamento c’erano anche YouTube Premium (che a sua volta include YouTube Music Premium), un piano di storage Google One da 200 GB, Google Play Pass e l’assicurazione contro i danni al telefono.

Il telefono offerto era il Pixel più recente (in versione liscia o pro, a scelta dell’utente) al momento della sottoscrizione del contratto. Ogni 24 mesi, però, il cliente aveva diritto a dare in permuta il vecchio telefono e prendere il nuovo, del modello più recente, mantenendo il canone mensile.

Pixel Pass in Europa?

Diciamolo chiaramente: alla luce dei prezzi che hanno raggiunto gli smartphone oggi, la possibilità di cambiare gratis telefono ogni anno con 45 o 55 dollari al mese era un vero affare.

Anche con un leggero arrotondamento per il cambio da dollaro ad euro, quindi, in molti in Europa avrebbero voluto poter sottoscrivere un abbonamento del genere.

Ad un certo punto, a febbraio 2022, Google ha registrato il marchio Pixel Pass anche in UE dando a tutti l’illusione che il sogno stesse per diventare realtà.

Addio Pixel Pass, proprio ora…

E, invece, addio Pixel Pass: Google ha deciso di cancellare l’abbonamento “all inclusive” a partire dal 29 agosto 2023, cioè 22 mesi dopo l’inizio.

Ciò vuol dire che chi ha sottoscritto l’abbonamento non potrà avere il Pixel 8 (che verrà lanciato a inizio ottobre), ma riceverà una compensazione economica di appena 100 dollari, da spendere in altri prodotti Google.

Posso aggiornare il mio Pixel gratis?

A questo punto, la domanda che si fanno tutti gli utenti americani che hanno sottoscritto un abbonamento a Pixel Pass è: potrò avere un Pixel 8 gratis?

La risposta di Google non è chiarissima:

Sì, puoi comunque aggiornare il tuo dispositivo Pixel dopo 24 mesi, ma non potrai rinnovare l’abbonamento a Pixel Pass.

Ma nessuno ha ancora finito i 24 mesi, visto che il servizio è “morto” a 22 mesi. Ciò vuol dire che, molto probabilmente, solo i primissimi sottoscrittori dell’abbonamento riceveranno il telefono nuovo a fine ottobre. Tutti gli altri, invece, si dovranno accontentare del buono da 100 dollari.