google foto Fonte foto: BigTunaOnline / Shutterstock.com
APP

Google Foto, addio al backup dei contenuti di WhatsApp

Google Foto elimina la possibilità di effettuare il backup automatico di tutti i contenuti scaricati da WhatsApp. La colpa è del coronavirus

Google Foto potrebbe disattivare il backup automatico dei contenuti scaricati dalle app di messaggistica come WhatsApp. La scoperta è stata effettuata dagli sviluppatori di XdaDevelopers, che hanno analizzato il codice della versione 4.52 di Google Foto (disponibile solo in beta) e hanno trovato parti di codice che confermerebbero la novità. Per l’app di Google si tratterebbe di un cambiamento piuttosto importante: finora, infatti, ha sempre spinto gli utenti a caricare sui propri server tutte le immagini e i video scaricati sullo smartphone.

Il Covid-19 e l’esplosione dell’utilizzo delle app di messaggistica, però, ha cambiato le carte in tavola. Troppi i contenuti multimediali condivisi dagli utenti negli ultimi mesi e probabilmente i server sono andati sotto stress. Prima che la situazioni diventi irreversibile, Google ha deciso di mettere un freno a tutti questi contenuti e disabilitare il backup di default per i video e le immagini scaricati dalle app di messaggistica. La funzione, però, non scomparirà: resterà disponibile e devono essere gli utenti ad attivarla.

Google Foto, stop al backup delle immagini di WhatsApp: cosa cambia per gli utenti

Molti utenti non sono nemmeno a conoscenza della funzione, ma quando si scarica una foto o un video da WhatsApp e si ha la sincronizzazione attiva su Google Foto, il contenuto viene salvato sui server di Big G. In questo modo l’immagine e il video possono essere eliminati dalla memoria dello smartphone, ma sono sempre accessibili tramite il cloud.

Uno strumento molto utile, ma che rischia di sparire. Come detto in precedenza, Google ha deciso di togliere dall”app Google Foto il backup automatico dei contenuti scaricati dalle app di messaggistica, tra cui anche WhatsApp e Telegram. Il motivo è semplice: il Covid-19 ha portato gli utenti a scambiarsi una quantità di contenuti multimediali che ha ingolfato i server di Google Foto. E prima che la situazione diventi ingestibile, gli sviluppatori sono intervenuti.

Per gli utenti si tratta di un cambiamento importante. Se finora avevano utilizzato lo spazio cloud gratuito di Google Foto per tenere la memoria dello smartphone libera, dalla versione 4.52 dell’app non lo potranno più fare. O almeno la sincronizzazione non sarà automatica. Infatti, la funzione resterà disponibile, ma sarà l’utente a doverla attivare dalle impostazioni dell’app.

Google Foto, altre novità in arrivo

Le novità per l’app di Google non finiscono qui. Nelle prossime versioni dovrebbe arrivare anche un’opzione che permetterà di disattivare l’autoplay dei video. Inoltre, sarà possibile utilizzare un’immagine presente negli album di Google Foto come profilo dell’acoount Google.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963