Libero
Una startup vuole renderci immortali: tra i finanziatori Jeff Bezos Fonte foto: 123RF
SCIENZA

Una startup vuole renderci immortali: tra i finanziatori Jeff Bezos

Si chiama Altos Labs e vuole invertire il processo di invecchiamento cellulare. La ricerca per la vita eterna può contare (anche) su Jeff Bezos.

Nell’attesa che cresca il genio di 11 anni che vuole renderci immortali o che venga messa a punto l’app che ha lo scopo di far vivere le persone per sempre, ci pensa Jeff Bezos ad accelerare il processo di ricerca grazie al quale l’uomo sta tentando di “vincere una partita scacchi dall’esito scontato" (la metafora viene naturalmente da un celebre film sulla morte).

Esistono anche ricerche che dimostrano quanto al massimo può vivere un essere umano, ma sembra che il fondatore di Amazon, attualmente impegnato con le missioni spaziali di Blue Origin, e la Silicon Valley in generale, siano effettivamente ossessionati dalla vita eterna: è come se un secolo e mezzo di esistenza, a questi imprenditori, non basti affatto.

Ecco quindi di cosa parliamo quando parliamo della startup che sta provando a sconfiggere la morte con l’aiuto dei suoi ricchi finanziatori.

Che cos’è e cosa fa la startup che vuole sconfiggere la morte

Si chiama Altos Labs e, da quando è stata fondata, nei primi mesi del 2021, sta reclutando scienziati famosissimi che dice di poter pagare anche un milione di euro. Come intende Altos Labs mettere al lavoro un team formato da cervelloni e superstar della scienza? Lo scopo è rallentare e opportunamente invertire il processo di invecchiamento cellulare, la ragione di fondo per cui gli esseri umani invecchiano e poi muoiono.

Tra i finanziatori compare anche Jeff Bezos, che è in compagnia di Yuri Milner, miliardario di origini russe, la cui fortuna, al pari di quella dell’ex ceo di Amazon, proviene dal mondo della tecnologia. Sembra addirittura che l’idea della avveniristica startup sarebbe nata a Palo Alto, nella villa di Milner, tra l’altro appassionato di medicina, durante un summit di esperti e potenziali finanziatori.

A quanto ammonta il patrimonio di Altos Labs

L’obiettivo della neonata azienda è la messa a punto di una tecnologia in grado di riprogrammare biologicamente le cellule invertendone il percorso di invecchiamento. A questo punto l’esistenza umana ne risulterebbe prolungata.

Il tesoretto di Altos Labs sarebbe già pari a 227 milioni di euro la compagnia avrebbe inoltre aperto una sede nel Regno Unito e sarebbe a caccia di laboratori in Giappone, a San Diego e a Cambridge.

Giuseppe Giordano

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963